Bambini, Epifania: no al carbone nella calza

Bambini, Epifania: no al carbone nella calza

Per l’Epifania, la parola d’ordine, quando ci sono i bambini, è doni, serenità e gioia: no al carbone, alle punizioni e alle privazioni

da in Bambini, Disagio, News Salute, Psicologia
Ultimo aggiornamento:

    Epifania, no al carbone nella calza

    L’Epifania, che tutte le feste “si porta via”, cime recita il tradizionale detto, è davvero dietro l’angolo: domani, milioni di bambini aspettano con ansia di trovare nella calza i doni della befana, dolci e sorprese. Per non deludere i più piccoli, meglio evitare il carbone, che rischia di mettere a dura prova la loro autostima e, in tempi di crisi, puntare sulla moderazione, per accontentarli, senza viziarli.

    “Al bando il carbone, per non parlare di aglio e cipolla: punizioni vietate per i più piccoli. E se la congiuntura economica porterà a ridurre sorprese e dolcini, meglio limitarsi a un calzino ma non saltare l’appuntamento che per i bambini è una tradizione. Spazio dunque a cioccolato, ma anche noci, frutta dolce e altre leccornie” raccomanda un vero esperto di bambini, il pediatra Italo Farnetani, docente a contratto dell’università di Milano-Bicocca.

    Mamme, papà, nonni e zii, non lasciate che la crisi pesi troppo sulla calza della befana e, soprattutto, non siate troppo severi con i più piccoli, che, durante l’infanzia, meritano di godersi appieno tutta la gioia dell’attesa dei doni, tutte le emozioni di trovare una calza pensata per loro, con regali e pensieri “su misura”.

    Per riservare la giusta attenzione anche al budget, si può optare per calze più piccoli e doni più modesti, ma meglio non risparmiare mai sulla qualità. “Scegliere dolci di qualità, risparmiando un po’ magari su quelli ‘griffati’ o particolarmente lavorati: a piccoli e adolescenti interessa il simbolo, molto più di quel che trovano dentro” ha aggiunto l’esperto.


    Bando invece, con divieto assoluto, a carbone e simili, che rischiano di mortificare il bambino, di minarne seriamente autostima e serenità. Le punizioni, con queste modalità, non servono a molto, anzi. Inoltre, per un giorno, i piccoli devono vivere in piena libertà l’atmosfera di festa: no ai compiti e alle solite imposizioni, uno strappo alla regola, per l’Epifania, prima del rientro a scuola, è concesso.

    401

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniDisagioNews SalutePsicologia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI