Balanite: cause, sintomi, rimedi naturali e cura

La balanite è una patologia che interessa l’apparato genitale maschile e, per la precisione, il glande. Le cause sono molteplici e i sintomi possono includere dolore, bruciore, gonfiore, prurito e arrossamento. L’infiammazione può estendersi al prepuzio e prendere il nome di balanopostite. Quali sono i rimedi naturali e la cura per la balanite? Scopriamo di più.

da , il

    Uomo balanite

    Quali sono le cause, i sintomi, i rimedi naturali e la cura per la balanite? Con il termine “balanite” si intende un’infiammazione della parte terminale del pene, ovvero il glande o balano: tale condizione conduce a dolore, arrossamento, prurito e gonfiore. Nella maggior parte dei casi, l’infiammazione può interessare anche il prepuzio e prendere il nome di balanopostite; mentre, quando questa è circoscritta soltanto alla mucosa prepuziale, si parla di postite. La balanite interessa sia adulti che bambini. Ma qual è la sintomatologia completa di questa infezione del glande? Qual è il trattamento per la guarigione? Scopriamo di più su questa patologia dell’apparato genitale maschile.

    Cos’è

    La balanite è un’infiammazione del glande o balano, ovvero della parte terminale del pene: questa può risultare dolente, arrossata, gonfia e pruriginosa.

    Nella maggior parte, la balanite può divenire balanopostite, quando l’infiammazione si estende anche al prepuzio. Quando interessa solo la mucosa prepuziale, si parla di postite.

    La balanite può colpire sia adulti che bambini e ha una maggiore incidenza tra i diabetici non circoncisi, che rappresentano quasi il 35 per cento: in linea generale, infatti, le balaniti hanno un indice di incidenza 5 volte superiore nei pazienti non circoncisi, rispetto a quelli circoncisi.

    Le forme

    Esistono varie forme di balanite, riassunte nella tabella seguente:

    Tipologia di balaniteSintomiCause
    Balanite psudoepiteliomatosa di Lortat – Jacob e CivatteDolore, prurito, gonfiore, arrossamento, bruciore, masse cheratosicheMalattie autoimmuni
    Balanite xerotica obliterante (lichens sclero-atrofico)Macchie bianche, dolore, gonfiore, prurito, brucioreTumori alla pelle
    Balanite o balanopostite plasmacellulare di ZoonMacchie rosse sul glande e sul prepuzio, dolore, bruciore, arrossamento, prurito, gonfioreMalattie croniche infiammatorie, invecchiamento
    Balanite circinata o Sindrome di ReiterAffaticamento, febbre lieve, ulcere, chiazze bianche, arrossamento, prurito, dolore, bruciore, gonfioreInfezioni, malattie autoimmuni
    Balanite allergicaMacchie rossastre, prurito, bruciore, arrossamento, gonfiore, doloreDermatite da contatto
    Balanite moniliasicaDolore, gonfiore, prurito, arrossamento, brucioreMalattie, come il diabete
    Balanite immunologicaDolore, prurito, gonfiore, arrossamento, bruciore, masse cheratosicheMalattie autoimmuni
    Balanite da candidaPuntini rossi sul glande, desquamazioni degli strati della pelle, prurito, dolore, gonfiore, arrossamento, brucioreVari ceppi di candida

    I sintomi

    I sintomi della balanite possono essere diversi e includere:

    • Dolore;
    • Secchezza del glande;
    • Prurito;
    • Eruzioni cutanee rossastre sul pene o sotto il prepuzio;
    • Gonfiore;
    • Disturbi alla minzione;
    • Macchie biancastre;
    • Arrossamento;
    • Sanguinamento;
    • Bruciore;
    • Lesioni ulcerative, in rari casi;
    • Secrezioni biancastre dal cattivo odore;
    • Ingrossamento delle ghiandole linfatiche inguinali.

    Il quadro sintomatologico della balanite è caratteristico di una infiammazione del glande ma, in alcuni casi, la balanite può essere asintomatica: non a conoscenza dell’infezione del glande in corso, alcuni uomini potrebbero trasmettere il battere responsabile della balanite alle donne.

    Se trascurata, la balanite può portare a complicazioni, come la fimosi – si tratta di un disturbo che provoca il restringimento del prepuzio, impedendo il normale scorrimento sul glande – la parafimosi – quando il prepuzio non torna più a ricoprire il glande – e la balanite xerotica sclerosante, infiammazione cronica causa dell’indurimento della sommità del pene e del blocco del flusso dell’urina.

    Le cause

    Le cause della balanite possono essere molteplici e includere alcuni fattori di rischio:

    • Scarsa igiene intima;
    • Dermatite da contatto per l’utilizzo di detergenti aggressivi o di scarsa qualità;
    • Malattie, come il diabete;
    • Infezioni parassitarie, batteriche, virali o micotiche, come la candida;
    • Infezioni a trasmissione sessuale, come la gonorrea, la sifilide o l’herpes genitale;
    • Malattie della pelle, come l’eczema atopico, la psoriasi o il Lichen Planus;
    • Tumore alla pelle;
    • Trasmissione sessuale;
    • Allergie a farmaci o da contatto.

    La malattia pare abbia un indice di incidenza più elevato tra i diabetici: una condizione di aumento degli zuccheri nelle urine, a contatto con il glande, può favorire lo sviluppo dei batteri e dare vita ad una balanite batterica.

    Quando il pene non viene lavato correttamente anche sotto al prepuzio, può accumularsi lo smegma, ovvero uno sostanza biancastra dal cattivo odore che favorisce la comparsa dell’infiammazione.

    L’infiammazione, inoltre, si presenta maggiormente in chi ha il prepuzio stretto, per cui si hanno più difficoltà a tirarlo indietro e a pulirlo adeguatamente: per tale ragione, gli uomini circoncisi – a cui è stata rimossa chirurgicamente la pelle del prepuzio – sono meno soggetti a sviluppare balanite, in quanto gestiscono meglio l’igiene.

    La diagnosi

    Alla comparsa di segni e sintomatologia, è consigliabile rivolgersi al medico che – tramite alcuni esami e analisi – stabilirà la diagnosi e la terapia più adatta al caso specifico.

    Oltre alla visita medica e allo studio dei sintomi, potrebbe essere necessario ricorrere ad ulteriori test di approfondimento così da confermare o meno la presenza di altre malattie: potrebbe, ad esempio, essere utile esaminare un campione di pelle.

    La cura

    Qual è la cura contro la balanite? Il trattamento sarà deciso dal medico, così come la sua durata e le dosi.

    Generalmente, dopo aver individuato le cause, si procede con la somministrazione di farmaci antibatterici, antinfiammatori e antimicotici, oltre che antibiotici: tutto ciò, naturalmente, in base alla causa scatenante.

    Si potrebbe procedere anche con l’applicazione topica di cortisonici, antimicotici o antibiotici, solitamente per brevi periodi: in caso di uso di creme, è necessario prestare attenzione all’utilizzo dei preservativi, perché potrebbe esserne compromessa la resistenza.

    In alcuni casi, si potrebbe decidere di procedere con la circoncisione, ovvero con l’eliminazione della pelle del prepuzio.

    È consigliabile che anche il partner si sottoponga ad un trattamento, così da evitare l’effetto ping-pong del disturbo.

    I rimedi naturali

    Tra i rimedi naturali per la balanite, sicuramente c’è quello di una corretta igiene intima: è bene, quindi, procedere con il lavaggio quotidiano del pene con dell’acqua tiepida e dei detergenti specifici, ma delicati.

    Sarebbe opportuno evitare i rapporti sessuali fino a completa guarigione, soprattutto in caso di infezioni.

    Da non sottovalutare è anche l’importanza dell’alimentazione: è consigliabile consumare cibi capaci di rinforzare le difese immunitarie – ad esempio, gli agrumi ricchi di vitamina C e alimenti integrali – oltre a bere almeno 2 litri di acqua al giorno, per una corretta idratazione e depurazione dell’organismo.

    La prognosi

    Infine, la prognosi dipenderà da diversi fattori, come la causa scatenante, la tempestività di intervento e la gravità della condizione, oltre che dall’età e dallo stato di salute del paziente.

    In linea generale, si guarisce dalla balanite dopo circa 3-5 giorni di terapia.