Bagni: riposarsi nella vasca

Il bagno con delle erbe o delle essenze è un toccasana dopo una intensa giornata di fatica: non solo rilassa, ma anche permette ai principi attivi delle sostanze sciolte nell'acqua di entrare in profondità di essere assorbite, il bagno stimola la circolazione per l'uso di acqua calda o fredda, ma anche per la sola pressione dell'acqua

da , il

    Bagno

    Durante la primavera, il bagno in relax, la voglia di cambiare le proprie giornate dando una svolta in leggerezza e freschezza: sono fatti normali, ma per combattere il sonno e la stanchezza della prima primavera e per ringiovanire, sono un toccasana le erbe rilassanti o energizzanti, da usare durante i trattamenti estetici, alla bisogna.

    Dopo il lavoro, non sentite mai la necessità di immergervi completamente nell’acqua per rinfrescare e rigenerare completamente il vostro organismo?

    Bene, se siete tra quelli che amano immergersi nella vasca da bagno e uscirne rigenerati e profumati allora questo articolo fa per voi.

    Il bagno ha effetti miracolosi perché l’acqua, quando contiene dei principi attivi, permette alla pelle di assorbirli, e grazie ai capillari sono immmediatamente resi disponibili, per entrare in relazione con i recettori del nostro organismo.

    Anche se le piante e le cosiddette erbe o essenze o olii naturali non sono dei veri e propri medicinali, non cambia il loro modo di intervenire sui bisogni dell’organismo: il principio attivo si propone al recettore e quando può intervenire sulle proteine delle cellule comincia ad agire, con il beneficio del risultato tradotto direttamente in salute e benessere.

    Ma non si tratta solo di principi attivi, anche solo ritornare alla dimensione di immersione in acqua aiuta a superare certi momenti di stress e di stranchezza, il corpo si rilassa, riposa, viene massaggiato dalla forza dell’acqua e viene aiutato a superare la stanchezza o la inadeguatezza, il corpo si depura anche grazie alla pressione dell’acqua sull’epidermide e allo stimolo della circolazione con acqua fredda ed acqua calda.

    Le piante che possono essere usate come essenza da mettere in vasca sono molte, ma queste vanno scelte bene per non rischiare di ottenere l’esatto effetto contrario. Per rilassare vanno bene il biancospino, il tiglio e l’arancio amaro. Per tonificare la menta, l’estratto di caffé, la nocciola il muschio bianco, per combattere lo stress infine, van bene la melissa, la lavanda e il sandalo.

    Per preparare un bagno con le foglie direttamente bisogna mescolare acqua limpida e calda con acqua da infusione, nella percentuale di 300 grammi di foglie, mentre per l’olio essenziale attenersi a una ventina di gocce per decilitro.