Autismo: come riconoscere i sintomi

Autismo: come riconoscere i sintomi

sintomi autismo

Riconoscere tempestivamente i sintomi dell’autismo, impostando una corretta diagnosi, è molto importante, perché in questo modi si ha la possibilità di prendere in considerazione il disturbo ad un’età in cui è ancora possibile apportare delle modifiche sostanziali ai processi di sviluppo. Si ha l’opportunità insomma di mettere a punto degli interventi a livello emotivo, cognitivo e sociale.

Spesso la diagnosi di autismo viene effettuata in ritardo. Questo si verifica a volte per la mancanza di esperienza dei genitori, che si possono trovare ad affrontare il problema in relazione al primo figlio. Altre volte invece ci si deve confrontare con la scarsa familiarizzazione da parte dei medici con i sintomi dell’autismo. D’altra parte occorre puntualizzare che non c’è ancora una diffusa conoscenza sulle manifestazioni precoci dell’autismo. In ogni caso esistono degli specifici criteri diagnostici, ai quali gli esperti dovrebbero prestare la loro attenzione.

SINTOMI DELL’AUTISMO

I segnali dell’autismo possono essere molti e diversi. Inoltre essi possono variare da bambino a bambino, anche per quanto riguarda l’intensità. Naturalmente è da ricordare che le varie manifestazioni sintomatiche devono essere oggetto di specifica valutazione medica, che tenga conto di un contesto più ampio. L’improvvisazione o la diagnosi fai da te è assolutamente da evitare.

SINTOMI INTERAZIONE SOCIALE

  • Contatto oculare: può essere scarso o del tutto assente.
  • Tendenza a restare isolati.
  • Socializzazione difficoltosa: si manifesta una difficoltà a stare insieme agli altri bambini.
  • autismo socializzazione bambini

  • Manifestazioni affettive: può essere assente una reciprocità nello scambio di gesti affettuosi (coccole).
  • Stimoli educativi: in genere i bambini affetti da autismo manifestano una mancata risposta ai consueti sistemi educativi.

SINTOMI COMUNICAZIONE

  • Ecolalia: si può verificare la propensione a ripetere determinate parole o frasi.
  • Espressione dei bisogni: può essere difficoltosa. Spesso i bambini autistici tendono ad usare gesti al posto delle parole.
  • autismo espressione bisogni

  • Risposta agli stimoli verbali: i bambini autistici tendono a non rispondere agli stimoli verbali proposti dagli altri.
  • autismo stimoli verbali

SINTOMI COMPORTAMENTO

Da non dimenticare che le anomalie dell’interazione sociale, i disturbi che si riferiscono alla comunicazione e il comportamento rigido e stereotipato variano anche a seconda dell’età.

754

Leggi anche:Autismo: buone notizie per la diagnosi precoceAutismo: per i disturbi del comportamento un aiuto dagli ormoniGiornata Mondiale Autismo: 2 aprile, convegno a MilanoAutismo: aumenta il rischio con gravidanze ravvicinate

Segui Tanta Salute

Ven 22/10/2010 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici