by

Autismo: come riconoscere i sintomi

    autismo bambini

    Riconoscere tempestivamente i sintomi dell’autismo, impostando una corretta diagnosi, è molto importante, perché in questo modo si ha la possibilità di prendere in considerazione il disturbo ad un’età in cui è ancora possibile apportare delle modifiche sostanziali ai processi di sviluppo. Si ha l’opportunità insomma di mettere a punto degli interventi a livello emotivo, cognitivo e sociale.

    La diagnosi I segnali dell’autismo possono essere molti e diversi. Inoltre essi possono variare da bambino a bambino, anche per quanto riguarda l’intensità. Naturalmente è da ricordare che le varie manifestazioni sintomatiche devono essere oggetto di specifica valutazione medica, che tenga conto di un contesto più ampio.
    Interazione sociale
    • Contatto oculare: può essere scarso o del tutto assente.
    • Tendenza a restare isolati.
    • Socializzazione difficoltosa: si manifesta una difficoltà a stare insieme agli altri bambini.
    • Manifestazioni affettive: può essere assente una reciprocità nello scambio di gesti affettuosi (coccole).
    • Stimoli educativi: in genere i bambini affetti da autismo manifestano una mancata risposta ai consueti sistemi educativi.

    Comunicazione

    • Ecolalia: si può verificare la propensione a ripetere determinate parole o frasi.
    • Espressione dei bisogni: può essere difficoltosa. Spesso i bambini autistici tendono ad usare gesti al posto delle parole.
    • Risposta agli stimoli verbali: i bambini autistici tendono a non rispondere agli stimoli verbali proposti dagli altri.

    Comportamento

    • Ossessività: si tende a ruotare gli oggetti in modo ossessivo.
    • Caratteristiche del gioco: tendenza a portare avanti forme di gioco bizzarre a lungo tempo.
    • Ansia: si possono verificare degli episodi che si configurano come un misto di ansia e di collera, che si traducono in possibili capricci, i quali non trovano riscontro in una motivazione precisa.
    • Paura: si può verificare nell’autismo una mancanza di reale paura dei pericoli.
    • Dolore: nell’autismo si può riscontrare un’apparente insensibilità al dolore.
    • Episodi di riso inappropriato.
    • Insistenza sulla costanza.
    • Abilità motorie: incongruenza per quanto riguarda sia le abilità finomotorie che per quelle grossomotorie.

    Da non dimenticare che le anomalie dell’interazione sociale, i disturbi che si riferiscono alla comunicazione e il comportamento rigido e stereotipato variano anche a seconda dell’età.