Attività fisica con moderazione contro la sindrome respiratoria

Attività fisica con moderazione contro la sindrome respiratoria
da in Asma, Benessere, Fitness, Malattie, Malattie respiratorie, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    attivita fisica sindrome respiratoria

    L’attività fisica dovrebbe essere praticata con moderazione, se non si vuole correre il rischio di incorrere in una sindrome respiratoria specifica, che prende il nome di broncocostrizione indotta dall’esercizio fisico, nell’asma o nelle allergie, che invece un allenamento regolare ma non intenso può contribuire a ridurre notevolmente. La sindrome respiratoria, che colpisce in maniera preponderante gli atleti olimpionici, ha sintomi molto simili a quelli dell’asma. Si tratta di effetti provocati dallo sport intenso e che tendono ad attenuarsi non appena si abbandona l’allenamento faticoso.

    La salute può essere aiutata da poche ore di attività fisica, ma portare lo sforzo a livelli estremi può essere senza dubbio pericoloso.

    Sergio Bonini, che ha condotto la ricerca, a questo proposito spiega:

    “Questi sportivi si spingono al massimo della loro possibile resistenza: l’esercizio prolungato e intenso è un fattore di stress per l’organismo e può ridurre numero delle cellule del sistema immunitario che proteggono dalle infezioni, incrementando invece quelle che facilitano la comparsa di asma e allergie.”

    Anche l’attività fisica può essere annoverata fra le regole per la salute del cuore, l’importante è non esagerare, anche perché l’attività fisica in certi casi può diventare patologia, come nel caso della dipendenza da sport.

    Una ricerca dell’Università di Cagliari invece ha messo in evidenza che l’allenamento leggero, ma regolare, aiuta a combattere i sintomi dell’asma e svolge una funzione importante contro le allergie. Il tutto è possibile anche perché lo sport e riesce a far smaltire i chili di troppo e a favorire il benessere generale.

    342

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AsmaBenessereFitnessMalattieMalattie respiratorieRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI