Attenzione alle smart drugs! Cosa sono e come evitarle

Attenzione alle smart drugs! Cosa sono e come evitarle

Le smart drugs sono droghe intelligenti ricavate in genere dall’uso di sostanze naturali, le quali hanno degli effetti del tutto simili a quelli delle sostanze stupefacenti, con conseguenze gravi sulla salute

da in Adolescenti, Dipendenze, Droghe, Farmaci, In Evidenza, Prevenzione, droghe-leggere
Ultimo aggiornamento:

    arresti droga carabinieri

    Le smart drugs sono spesso definite come “droghe furbe” o “droghe intelligenti”, le quali sono in grado di provocare degli effetti molto simili a quelli determinati dalle sostanze stupefacenti. Nello specifico le sostanze in questione riescono ad aumentare le capacità cognitive del cervello, determinando un incremento del rilascio di alcuni neurotrasmettitori, di enzimi o di ormoni. Inoltre rendono più facile l’apporto di ossigeno al cervello. Molte di queste sostanze sono in genere ricavate dalle piante e, specialmente in rete, è attivo un ampio commercio delle smart drugs.

    A volte queste sostanze sono usate come supplementi nutrizionali, in altri casi si tratta soprattutto di farmaci usati per il trattamento di disturbi dell’apprendimento o delle patologie degenerative, come l’Alzheimer o il Parkinson. In altri casi ancora si tratta di medicine usate per evitare di incorrere in condizioni come l’ipossia, nei pazienti affetti da deficit di ossigeno.

    Gli effetti delle smart drugs

    smart drugs effetti

    Alcune smart drugs determinano degli effetti piuttosto lievi e che si fanno sentire in modo graduale nel corso del tempo. Ad esempio è il caso degli induttori della crescita nervosa, che agiscono nel corso di varie settimane o mesi. Altre sostanze di questo genere invece hanno delle conseguenze immediate e tra l’altro vanno utilizzate con attenzione, perché c’è ancora tutto un filone della ricerca che sostiene che gli effetti di queste sostanze non sono stati comprovati in maniera specifica e certa. Una delle droghe intelligenti più utilizzata è il Kratom. Si tratta di una sostanza derivata da un albero spontaneo che cresce nel sud est dell’Asia e di cui vengono utilizzate soprattutto le foglie ridotte in polvere.

    Questa sostanza è in grado di provocare dipendenza, disturbi come nausea e dolori articolari e, se è utilizzata ad alte dosi, riesce a determinare un effetto analgesico, molto simile a quello provocato dalle droghe narcotiche.

    Le smart drugs allucinogene

    smart drugs allucinogene

    Esistono delle vere e proprie smart drugs allucinogene. Fra queste molto conosciuta è la salvia allucinogena, che si basa su un principio attivo chiamato “Salvinorin-A”. A lungo termine gli effetti negativi sulla salute sono molteplici: flash-back negativi, depressione, schizofrenia. Della stessa portata sono altri allucinogeni naturali, come il fungo Amanita muscaria, l’Argyreia nervosa e l’Ipomoea violacea, che ha dei semi che possono essere utilizzati per mettere a punto delle tisane con effetti molto particolari, i quali non differiscono molto da quelli determinati dall’LSD. La consapevolezza è fondamentale, perché le nuove droghe pericolose sono spacciate anche per “sali da bagno”.

    Come evitare le smart drugs

    smart drugs educazione alla salute

    Evitare le smart drugs è possibile, partendo dalla consapevolezza che non tutte le sostanze naturali sono prive di effetti collaterali e tenendo presente che le abilità del pensiero possono essere migliorate con l’esercizio e con l’allenamento costanti delle capacità intellettive, senza dover ricorrere a delle sostanze stimolanti per la mente. Si tratta di portare avanti in questo senso un importante processo di educazione alla salute e di conoscenza del proprio corpo e della mente, rivolto soprattutto agli adolescenti, in modo da metterli in guardia dai possibili pericoli in cui possono incorrere in tema di droghe e dipendenze. In effetti ci troviamo di fronte a nuove droghe e nuove dipendenze del futuro, tutte da capire meglio.

    Se desiderate saperne di più sulle smart drugs, potete leggere anche questi articoli:

    Maturità: allarme “Smart Drugs”
    Droghe: scovate nuove sostanze per lo sballo
    Droghe: allarme per lo spaccio su internet

    800

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AdolescentiDipendenzeDrogheFarmaciIn EvidenzaPrevenzionedroghe-leggere
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI