Assomed Anaao – Cadute le tutele di categoria

Assomed Anaao – Cadute le tutele di categoria
da in News Salute, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    medici

    In nota odierna l’Anaao Assomed ha comunicato alla stampa una nuova rimostranza verso la Finanziaria del 2008 dichiarando non esigibile la disposizione di cancellazione della norma, valida nel resto del mondo sanitario europeo, che garantisce i riposi settimanali al personale medico di almeno 11 ore continuative.

    Con l’abrogazione di questo diritto la attuale legge Finanziaria ha reso possibile una turnistica di anche 20 ore successivamente per il personale medico, il che vuol dire che nella sanita’ pubblica aumentera’ anche il rischio di errori medici causati dalla stanchezza e dal prolungamento dell’orario di attenzione dei medici.

    La attuale legge di bilancio nasconde tra i suoi commi troppe trappole che non sono state confrontate con un buon parere sindacale, eludendo anche il confronto con la stampa e con la opinione pubblica.

    Non si parli piu’ allora di casi di malasanita’, se gli standard organizzativi del personale permettono delle evidenti scivolate che obbligano le aziende sanitarie pubbliche a seguire dei provvedimenti legislativi improvvisati e inadeguati. Il lavoro di pianificazione della turnistica diventa cosi’ de tutto inutile, e la valutazione del rischio nel luogo di lavoro da parte del datore di lavoro diventa un controsenso, se poi nelle sale operatorie i medici devono starci anche per 18 ore di seguito.

    Non e’ piu’ accettabile, scrive Assomed, che il Ministro della Salute continui a sostenere delle leggi e dei diritti che sono validi di fronte alla stampa e alla opinione pubblica, mentre le decisioni del governo di cui fa parte vanno nella direzione opposta.

    L’Anaao Assomed si oppone fermamente a questa norma – conclude la nota alla stampa – poiche’ essa nega il diritto dei lavoratori della sanita’ alla tutela della propria integrita’ psico-fisica e nega anche il diritto dei cittadini di ricevere delle prestazioni sanitarie con il piu’ elevato standard di sicurezza.

    Assomed chiede che la norma venga cancellata con un apposito provvedimento d’urgenza, pronta anche al ricorso alle vie legali promosso nelle sedi opportune fino alla Corte di Giustizia Europea.

    377

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News SaluteSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI