Assistenza sanitaria: Barack Obama firma la sua prima vittoria

Assistenza sanitaria: Barack Obama firma la sua prima vittoria

Negli Stati Uniti non è mai stato così; oltreoceano, per quanto difficile a credersi, chi non è in grado di pagarsi una polizza sanitaria privata, ricordando che le Compagnie seguono il cliente fino a quando non abbia patologie tali da escluderlo se non a prezzi via, via sempre più stellari

da in Assistenza Sanitaria, Malattie, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    barack obama

    In Italia, almeno per quanto ci riguarda, troviamo del tutto normale recarci al Pronto Soccorso e, nonostante i tempi biblici che a volte contraddistinguo le nostre attese, siamo certi che qualcuno degli operatori ci dia retta risolvendo nel possibile le nostre sofferenze.

    Negli Stati Uniti non è mai stato così; oltreoceano, per quanto difficile a credersi, chi non è in grado di pagarsi una polizza sanitaria privata, ricordando che le Compagnie seguono il cliente fino a quando non abbia patologie tali da escluderlo se non a prezzi via, via sempre più stellari, una volta giunto ad un Pronto Soccorso rischia di non ricevere assistenza o quasi. Una situazione paradossale ed incivile a cui ha messo fine, finalmente verrebbe da dire, Barack Obama che ha esteso l’assistenza familiare ad almeno 32 milioni di persone che non l’avevano.

    Il primo aspetto della riforma sanitaria di un Paese che per certi aspetti di liberare ha soltanto le sperequazioni sociali, prevede che le Compagnie siano tenute a rimborsare per intero le spese mediche, comprese le più costose, cui si aggiunge una copertura estesa dai genitori ai figli fino a 26 anni d’età. L’altro aspetto che è poi forse il più importante, prevedrà un programma nazionale di assistenza (Medicaid ) che ingloberà tutti coloro che non hanno alcuna assistenza perché facenti parte delle classi meno abbienti, a questo si aggiunge l’altra norma che prevede l’obbligo per quelle aziende con almeno 50 dipendenti di garantire la copertura assicurativa, mentre le spese di aborto sono escluse dalla copertura sanitaria.


    Insomma, non siamo ancora allo standard degli Stati Europei, ma qualcosa finalmente anche in America si muove in fatto di diritto alla salute.

    312

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Assistenza SanitariaMalattieSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI