NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Ascesso perianale: cause, cura e medicazioni

Ascesso perianale: cause, cura e medicazioni

L’ascesso perianale può avere diverse cause

da in Infezioni
Ultimo aggiornamento:

    ascesso perianale cause cura medicazioni

    Ascesso perianale: quali sono le cause, la cura e le medicazioni? Si tratta di una raccolta di pus, che si trova localizzata in prossimità dell’ano o del retto ad un livello superficiale. Questo problema è provocato da un processo infiammatorio, a cui segue un’infezione, che interessa soprattutto delle ghiandole situate nel canale anale e che hanno il compito di produrre il muco per agevolare il passaggio delle feci. Un ascesso anale può determinare la formazione di una fistola anale, una pustola gonfia e dolorosa vicino all’ano. Esiste una terapia per rimediare a questo problema. Si tratta di sottoporsi ad un intervento chirurgico e vengono impiegati anche gli antibiotici.

    Le cause

    Le cause dell’ascesso perianale sono varie. Il disturbo può essere provocato da una ferita dolorosa o da una complicazione da operazione chirurgica. A volte si tratta di infezioni a trasmissione sessuale. Molto spesso il problema può subentrare in seguito all’infezione di una ragade anale, una piccola lesione superficiale della pelle che interessa il canale anale. Anche una ghiandola ostruita può portare ad un problema di questo genere. Il quadro può essere complicato da alcuni fattori di rischio, come diverticolite, sindrome dell’intestino irritabile, colite ulcerosa, diabete, clamidia.

    La cura

    Per la cura dell’ascesso perianale si possono utilizzare gli antibiotici. Questi ultimi si somministrano per combattere l’infezione, ma da soli non possono determinare una terapia risolutiva, anche perché si possono sviluppare delle recidive, almeno finché la fistola non è eliminata.

    Ecco perché è importante ricorrere ad un apposito intervento chirurgico.

    Si tratta di prevedere una piccola operazione per drenare il pus. Poi viene effettuata un’incisione della pelle sopra la zona dell’ascesso, vicino all’ano. Di solito l’intervento si può eseguire anche in uno studio medico, con un’anestesia locale, oppure si può ricorrere ad una vera e propria sala operatoria in anestesia generale, in ospedale. Il ricovero può essere necessario per quei pazienti che sono predisposti ad infezioni più gravi, come chi soffre di diabete o chi ha una compromissione del sistema immunitario.

    Le medicazioni

    Le medicazioni della ferita devono essere eseguite tutti i giorni. E’ importante, prima di effettuare questa operazione, lavare accuratamente tutta la zona. Si può effettuare anche una manovra detta digitazione, che consiste nell’inserire delicatamente un dito, in modo da evitare che si formino piccole sacche durante il processo di guarigione. Le medicazioni possono essere fatte a base di idrocolloidi o alginato di calcio. Possono essere utilizzati anche dei gel anestetici, per ridurre il dolore. Se necessario, si possono assumere anche analgesici prima della medicazione.

    527

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Infezioni
    PIÙ POPOLARI