NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Artrosi anca: nuova terapia chirurgica

Artrosi anca: nuova terapia chirurgica

Il 6 novembre scorso si è svolto nell’Aula Brasca del Policlinico universitario 'Agostino Gemelli', un meeting sulle nuove terapie chirurgiche mini-invasive della protesi dell’anca

da in Articolazioni, Artrosi, Interventi Chirurgici, News Salute, Ossa, Primo Piano, Terapie
Ultimo aggiornamento:

    artrosi anca

    Per l’artrosi dell’anca, esistono varie metodiche chirurgiche, recentemente hanno presentato una nuova terapia. Il 6 novembre scorso si è svolto un evento scientifico intitolato ‘La chirurgia mini invasiva nella profilassi e nel trattamento dell’artrosi dell’anca’, presso l’Aula Brasca del Policlinico universitario ‘Agostino Gemelli’. Sono tantissime le persone che per necessità hanno subito un intervento di protesi d’anca; in Italia sono circa 70.000 all’anno, mentre circa 1.000.000 nel mondo. L’evento scientifico, promosso dal Dipartimento di Scienze Ortopediche e Traumatologiche, è servito proprio per divulgare le nuove metodiche chirurgiche nel campo delle protesi dell’anca.

    La conoscenza e la divulgazione di tale argomento è importante per la funzione che ricopre l’anca: è l’articolazione che permette al femore, l’osso della coscia, di potersi muovere rispetto al bacino. Come tutte le articolazioni, anche questa, deve sopportare le varie sollecitazioni, dovute anche al peso del corpo. Quando tutta questa organizzazione entra in crisi, l’anca diventa rigida e dolorosa.

    Nel recente convegno sono state presentate ed approfondite alcune tematiche riguardanti le nuove terapie mini-invasive per l’artrosi dell’anca.

    Le nuove terapie danno ai pazienti molti vantaggi, come una riduzione del dolore, un risparmio di tessuto osseo, ed una quasi assenza di complicazioni post operatorie; per ora possono essere impiegate in circa il 50% dei casi. Nei pazienti con problematiche più gravi, ad oggi, non possono essere sottoposti a questo tipo di intervento. La ricerca e gli studi continuano, infatti, non si nega che in futuro tutti potranno usufruire di metodiche sempre più innovative, ed accessibili per i pazienti.

    318

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArticolazioniArtrosiInterventi ChirurgiciNews SaluteOssaPrimo PianoTerapie
    PIÙ POPOLARI