Artrite psoriasica: cause, sintomi e cura

Artrite psoriasica: cause, sintomi e cura

L’artrite psoriasica ha fra i sintomi dolore e desquamazioni della pelle

da in Articolazioni, Artrite
Ultimo aggiornamento:
    Cobra, api e formiche per combattere l'artrite

    Artrite psoriasica: quali le cause, i sintomi e la cura? Si tratta di una malattia reumatica infiammatoria, che assume un andamento cronico ed è associata alla psoriasi. Si può manifestare in diverse forme, con vari sintomi e segni, che dipendono anche dalle articolazioni colpite. La familiarità svolge un ruolo molto importante e l’esordio, di solito, sia ha in un’età compresa fra i 20 e i 50 anni. Esiste anche una forma giovanile della malattia, che colpisce i bambini e i ragazzi, anche se è piuttosto rara. L’artrite psoriasica colpisce prevalentemente le ginocchia, le anche e i piedi. Tuttavia si possono avere manifestazioni sintomatiche anche alla colonna vertebrale e alle articolazioni delle mani. Nonostante la disponibilità di alcuni trattamenti, è una malattia che dura tutta la vita.

    I sintomi e le cause

    I sintomi dell’artrite psoriasica sono rappresentati soprattutto dal dolore e dalla tumefazione delle articolazioni, specialmente quelle delle ginocchia o della caviglia. I pazienti tendono a soffrire di tendiniti, che ricorrono con una certa facilità; inoltre hanno il mal di schiena anche a riposo. Il quadro clinico è completato da lesioni desquamanti tipiche della psoriasi e che si possono riscontrare nei gomiti, nelle gambe, nelle unghie e nel cuoio capelluto.

    Non è detto che la psoriasi e l’artrite si manifestino contemporaneamente. Generalmente il coinvolgimento cutaneo precede i sintomi reumatici anche di mesi o di anni.

    Le cause dell’artrite psoriasica non sono ancora conosciute in tutto e per tutto. Gli esperti ritengono che ci sia un’implicazione di più fattori di carattere genetico, immunologico e ambientale.

    La cura

    Nonostante sia disponibile una cura per l’artrite psoriasica, che si può affrontare soprattutto con farmaci biologici, la malattia spesso procede in maniera inarrestabile e diventa causa di invalidità. In effetti la patologia spesso comporta una progressione e il mantenimento dei sintomi per tutta la vita. Questo non è valido per tutti, perché alcuni pazienti possono anche andare incontro ad una riduzione del dolore e ad un miglioramento della funzionalità delle articolazioni. Tutto dipende anche dal tipo di patologia, con cui si ha a che fare, visto che la malattia si può presentare anche con forme molto simili a quelle dell’artrite reumatoide.

    Il trattamento, quindi, non differisce molto da queste altre forme patologiche. Da un lato si deve agire con i farmaci, come l’uso degli antinfiammatori non steroidei e il cortisone, per attenuare il dolore e il gonfiore. Ci sono anche farmaci antireumatici, per rallentare i danni articolari, e quelli biologici, che sono stati messi a punto attraverso tecniche all’avanguardia nel campo della bioingegneria molecolare. Di solito essi agiscono fermando l’azione delle proteine che causano l’infiammazione. Fondamentale, comunque, è la fisioterapia, per migliorare la mobilità e ridurre i sintomi dolorosi.

    545

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArticolazioniArtrite
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI