Aritmie: ora si potranno curare grazie ad un robot

Aritmie: ora si potranno curare grazie ad un robot

Le aritmie cardiache, la cui più diffusa è la fibrillazione atriale, potranno essere curate (in alcuni centri italiani sono già stati trattati circa duemila pazienti) grazie ad un robot chiamato Stereotaxis

da in Aritmia cardiaca, Cuore
Ultimo aggiornamento:

    aritmie ora si potranno curare grazie ad un robot

    Le aritmie cardiache, come la fibrillazione atriale, potranno essere curate grazie ad un robot. Quest’ultimo è già in uso in cinque centri italiani ed ha permesso di curare, sino ad ora, circa duemila pazienti (inoltre è convenzionato con il Sistema Sanitario Nazionale). Gli ospedali che sino ad ora sono dotati di questo apparecchio sono a Milano, il San Raffaele e il Sacco; a Torino l’ospedale Mauriziano; l’Humanitas di Rozzano; l’ospedale Maria Cecilia di Cotignola. Il robot, Stereotaxis, così chiamato, agisce in modo veloce, circa 90 minuti, eseguendo sia la diagnosi che il trattamento. Grazie a questa tecnologia aumentano la precisione e si riducono gli effetti indesiderati, e per utilizzarla non è necessaria la presenza dell’operatore: infatti, la comunicazione tra medico e macchina può avvenire sia tramite internet che mediante cavi elettrici. Una creazione molto importante sia per la diffusione delle aritmie cardiache e per la loro pericolosità sia la riduzione di errori umani che possono capitare.

    Stereotaxis: in cosa consiste la sua tecnologia

    stereotaxis in cosa consiste la sua tecnologiaIl robot Stereotaxis è stato sviluppato anche grazie al contributo del dottor Carlo Pappone, direttore dell’Accademia di Aritmologia presso l’ospedale Maria Cecilia di Cotignola (Ra). Grazie a questa macchina, come accennato sopra, si possono eseguire una diagnosi ed un trattamento altamente preciso e sofisticato. In circa 90 minuti viene condotta la prima seduta, durante i quali vengono individuate le zone cardiache “interessate” al trattamento (in questa prima fase è necessaria la presenza del medico, successivamente non sarà più indispensabile). Quindi, inizialmente, si eseguirà una “mappatura” tridimensionale delle aree sulle quali occorrerà intervenire, dopo di che si agirà con una delle tecniche possibili, come l’ablazione. In cosa consiste questa tecnica? Prima di tutto la macchina genera un campo magnetico intorno al paziente, che si può orientare attraverso il computer; in seguito si inserisce un catetere con una punta metallica nel circolo sanguigno, indirizzato dal campo magnetico, in qualsiasi zona del cuore. Grazie al riconoscimento delle aree tridimensionali cardiache sulle quali occorre agire (memorizzate nel computer), il catetere inizierà a ledere, con estrema precisione, le pareti dell’atrio sinistro del cuore. Perché proprio in questa zona? Nella maggior parte dei casi è l’area nella quale si sviluppano gli impulsi irregolari e anomali responsabili dell’aritmia. Raggiunta la zona interessata, si eroga una radiofrequenza, e si inizia con l’ablazione: si blocca la trasmissione dei segnali anomali.

    Aritmie cardiache: problemi cardiaci da non sottovalutare

    aritmie cardiache problemi cardiaci da non sottovalutareEsistono vari tipi di aritmie cardiache, che innanzitutto, si distinguono in tachicardia e bradicardia, in base alla velocità del ritmo cardiaco, e la fibrillazione atriale è la più diffusa, soprattutto, in pazienti con un’età superiore ai 60 anni, mentre quella ventricolare è molto pericolosa. Nel nostro Paese vi sono almeno 500 mila persone che ne soffrono. Si parla di aritmia cardiaca nel momento in cui il ritmo cardiaco diventa veloce, irregolare, poco efficiente, dovuto a dei segnali elettrici anormali. È un problema cardiaco da non sottovalutare ma che bisogna diagnosticare e trattare nel più breve tempo possibile. Ecco perché questo nuovo robot è così importante e in un futuro saranno molti di più, si spera, i centri ad avere a disposizione il robot Stereotaxis.

    643

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Aritmia cardiacaCuore
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI