NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Aritmie cardiache: sul mercato il Dronedarone

Aritmie cardiache: sul mercato il Dronedarone

Il mondo scientifico, le specializzazioni in cardiologia guardano con grande interesse al Dronedarone nella cura di aritmie importanti, compresa la fibrillazione atriale

da in Aritmia cardiaca, Cuore, Farmaci, Malattie, Elettrocardiogramma
Ultimo aggiornamento:

    un’aritmia cardiaca riconducibile a fibrillazione atriale

    Un nuovo farmaco si affaccia sul mercato nella cura di diverse patologie di pertinenza cardiologica quali consideriamo, almeno nello specifico ed in relazione alla nuova molecola, le aritmie cardiache; stiamo parlando del Dronedarone.

    Il Dronedarone, nome commerciale Multaq dunque appartiene alla classe dei farmaci utilizzati per curare l’aritmia, una molecola farmacologica facente parte della famiglia dei benzoflurani da utilizzarsi solo su pazienti adulti che siano eventualmente affetti anche da fibrillazione atriale sia nel caso di patologie in atto, così come laddove si preveda, vista eventualmente la predisposizione familiare all’affezione, la possibilità o ancora si vogliano prevenire le eventuali recidive.

    La contestuale presenza di insufficienza cardiaca potrebbe essere una controindicazione all’uso del Dronedarone, anche se a giudizio del medico specialista, la somministrazione del farmaco potrebbe essere autorizzata anche in questi pazienti qualora il grado di insufficienza fosse entro parametri previsti dal curante.

    Pochi gli effetti collaterali fino adesso osservati, sia pure a livello sperimentale, dall’uso della sostanza attiva; ricordiamo la possibilità di incorrere in elevati livelli di creatinemia e altri disturbi riscontrabili mediante elettrocardiogramma da anomalie sul tracciato. Altri eventi avversi potrebbero essere : bradicardia, eventi gastrointestinali come diarrea e vomito, rash, prurito, fatigue e astenia.Il dosaggio raccomandato di Dronedarone è di 400 mg 2 volte die.

    Fonte: NICE, 2010

    286

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Aritmia cardiacaCuoreFarmaciMalattieElettrocardiogramma
    PIÙ POPOLARI