NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Antiossidanti e tumori: come interagiscono?

Antiossidanti e tumori: come interagiscono?

Gli antiossidanti non sono la soluzione alla malattia più diffusa nel mondo, i tumori, ma si sono dimostrati preziosi alleati per contrastarne lo sviluppo

da in Antiossidanti, Cancro, Ricerca Medica, Tumori, Vitamine
Ultimo aggiornamento:

    antiossidanti contro i tumori

    Gli antiossidanti, si sa, sono veri e propri toccasana per la salute dell’organismo: impareggiabili alleati per contrastare gli effetti dell’invecchiamento su organi, tessuti e cellule, ma non solo. Si “fanno valere” anche quando si tratta di sconfiggere i tumori, di contrastare lo sviluppo e la crescita di un cancro. Gli esperti, dopo anni di dibattiti, studi e sperimentazioni, sembrano non avere più dubbi sulle potenzialità antitumorali degli antiossidanti. Tutto merito, sembra, in particolare, della loro capacità di limitare l’azione e la proliferazione dei radicali liberi.

    Antiossidanti: anti-tumorali

    Numerosi studi recenti hanno validato, con evidenze scientifiche e riscontri “sul campo” o, meglio, in laboratorio, la teoria: gli antiossidanti sono utili alleati per contrastare l’insorgenza e lo sviluppo dei tumori. Non sono ingredienti magici, in grado di garantire uno scudo sempre efficace contro il cancro, ma aiutano molto.

    Le sostanze antiossidanti, come quelle contenute nella frutta e nella verdura, dalla vitamina C ai polifenoli, sono toccasana contro i tumori, grazie alla loro capacità di inattivare i radicali liberi, protagonista del processo di ossidazione e invecchiamento di cellule e tessuti. A sostenerlo un team di ricercatori della John Hopkins University. Nel corso dello studio, gli esperti a stelle e strisce hanno verificato come gli antiossidanti, nel topo, nella cavia da laboratorio, si siano dimostrati in grado di “bloccare” la crescita del tumore. In particolare, gli antiossidanti contrastano l’azione di una proteina, che ha un ruolo da vera protagonista nello sviluppo tumorale, l’HIF-1.

    Questa proteina, che fornisce, in assenza di ossigeno, alle cellule tumorali, l’energia di cui hanno bisogno per sopravvivere e crescere, può garantire il meglio delle sue performance, indispensabili per lo sviluppo del tumore, solo in presenza di una buona “dose” di radicali liberi. E qui entrano in gioco gli antiossidanti: da veri nemici “numero uno” dei radicali liberi, interferiscono in questo meccanismo, contrastando la crescita del tumore.

    A sostegno e conferma dell’azione anti-tumorale degli antiossidanti anche i risultati di un altro studio, sempre “made in Usa”, condotto dagli esperti della Thomas Jefferson University di Philadelphia. Tutta questione, in questo caso, di “alimentazione”. Infatti, i ricercatori d’oltreoceano hanno evidenziato come le cellule tumorali, i “mattoncini” necessari per la crescita e lo sviluppo del cancro, si nutrano, si autoalimentano, delle scorie prodotte durante il processo di ossidazione. Gli antiossidanti, quindi, svolgono una funzione importante, “tagliando” viveri e rifornimento alle cellule tumorali.

    497

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AntiossidantiCancroRicerca MedicaTumoriVitamine
    PIÙ POPOLARI