Anticoncezionali: pillola senza ricetta medica

Anticoncezionali: pillola senza ricetta medica

La pillola anti-concezionale viene somministrata alle ragazze che hanno una vita sessuale ma che non desiderano avere dei figli, ecco che ora è viva la discussione sull'opprtunità di rendere questo genere di anticoncezionale disponibile anche senza la ricetta medica

da in Anticoncezionali, Farmaci, Pillola anticoncezionale, Salute Donna
Ultimo aggiornamento:

    Pillola

    Continua a fare discutere l’anticoncezionale della pillola: in questo periodo il problema è focalizzato sulla sensibilità del medico curante a prescrivere i tipi di pillola più adatti alla donna che hanno davanti. Per dirla in altri termini si discute dell’opportunità o meno di includere la pillola tra i farmaci di uso comune che non necessitano di prescrizione medica.

    Il noto e autorevole Journal ne discute per stabilire se sia opportuno o meno procedere alla vendita al banco del farmaco. Sulle pagine di Tanta Salute abbiamo spesso parlato di pillola anticoncezionale rifacendoci alla situazione per cui il medico che segue le persone a cui la pillola serve ha molti parametri da valutare prima di passare a prescrivervi l’anticoncezionale. Si tratta di visite preliminari che devono essere fatte per la sicurezza dell’interessato.

    La pillola fa discutere perché i medici di famiglia britannici in parte ritengono che queto fatto sia possibile, ma vediamo in che termini: i medici di famiglia contrari ritengono che sia importante trasferire il bagaglio di conoscenza alle giovani ragazze per cercare di fare in modo che non incontrino percorsi di gravidanza non desiderata e conseguentemente di aborto o figli non voluti da crescere, si tratta in Inghilterra del 22% delle gravidanze.

    Le ragazze inoltre non hanno tabù. Le nuove generazioni tra i 16 e i 19 anni non si fanno problemi di fronte al fatto che si trovano a dover parlare a un medico per trasferire il loro stato di salute affinché prescriva loro l’anticoncezionale.

    Le sperimentazioni di chi sostiene che la pillola al banco permette alle più timide di proteggersi senza dover uscire allo scoperto non sono confermate, poiché anche la disponibilità del farmaco non ha cambiato le statistiche.

    Se la pillola fosse usata a modo sarebbe sicura in quasi il 100% dei casi, su questo puntano i sostenitori di questa specie di liberalizzazione, perché questa somministrazione aiuta a prevenire il tumore ovarico e anche migliora nell’età avanzata le condizioni dell’apparato cardio-circolatorio della donna, poiché ne ha regolato gli ormoni per tutta la vita svolgendo un lavoro utile alla prevenzione della sindrome da menopausa.

    Fonte: Salute – Donna
    Foto: Google

    425

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnticoncezionaliFarmaciPillola anticoncezionaleSalute Donna
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI