Antibiotici: si avvicina la loro fine?

Antibiotici: si avvicina la loro fine?

Gli antibiotici potrebbero avviarsi verso la fine della loro efficacia contro le infezioni batteriche

da in Antibiotici, News Salute
Ultimo aggiornamento:

    antibiotici fine

    Gli antibiotici, in un futuro ormai prossimo, potrebbero non rivelarsi più efficaci, per contrastare le infezioni batteriche. E’ questo che ha messo in evidenza il rapporto sui rischi globali 2013 elaborato dagli esperti del World Economic Forum. Nei prossimi anni, secondo l’indagine, i batteri resistenti ai farmaci potrebbero rappresentare una vera e propria minaccia per la salute. Fino a questo momento la medicina moderna ha avuto tutti gli strumenti necessari per combattere le infezioni. Tuttavia non è detto che questi continueranno ad essere validi anche in futuro.

    Tutto ciò comporta dei pericoli, perché infezioni fino ad adesso curabili e considerate banali potrebbero essere anche fatali. Inoltre non sarebbe possibile pensare con tanta tranquillità all’opportunità di servirsi di un intervento chirurgico.

    Per queste ragioni tutti gli Stati del mondo sono stati chiamati a collaborare, per trovare una soluzione al problema.

    Il ruolo degli antibiotici è fondamentale e sono proprio questi farmaci ad aver fatto aumentare la nostra vita media almeno di 20 anni.

    L’errore consiste nell’abuso di queste medicine. Inoltre non si è fatta mai una giusta informazione: in molti sono convinti che gli antibiotici riescano ad uccidere anche i virus e parecchie persone li considerano utili anche per contrastare il raffreddore e l’influenza.

    L’antibiotico andrebbe preso abbastanza a lungo, per riuscire ad eliminare completamente l’infezione. Tuttavia il suo uso non dovrebbe essere eccessivamente prolungato, per non favorire fenomeni di resistenza. Gli antibiotici, oltre a non poter combattere i virus e a non favorire la guarigione, se l’infezione è virale, possono anche compromettere la flora batterica e possono determinare la comparsa di effetti collaterali.

    330

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AntibioticiNews Salute
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI