Antibiotici: meglio usarli prima di un cesareo

Antibiotici: meglio usarli prima di un cesareo

Secondo tale studio che ha coinvolto una popolazione di donne vastissima, si sarebbe visto che l’utilizzo di antibiotici nella fase che precede il parto cesareo riduca il rischio di episodi febbrili impegnativi, di endometriti ed infezioni alla ferita provocata dall’intervento chirurgico necessario per il parto cesareo

da in Antibiotici, Farmaci, Infezioni, Malattie, Parto Cesareo, Salute Donna
Ultimo aggiornamento:

    parto

    Parrebbero più impegnative da curare e più nocive alla salute del nascituro le infezioni batteriche per la madre piuttosto che gli antibiotici per debellarle, questo è quanto emerge da uno studio effettuato su donne in stato di gravidanza secondo il quale è molto meglio sottoporre le donne a terapia antibiotica, prima del parto cesareo, piuttosto che esporre il bambino al rischio di infezioni.

    Secondo tale studio che ha coinvolto una popolazione di donne vastissima, si sarebbe visto che l’utilizzo di antibiotici nella fase che precede il parto cesareo riduca il rischio di episodi febbrili impegnativi, di endometriti ed infezioni alla ferita provocata dall’intervento chirurgico necessario per il parto cesareo.

    Non mancano gli interrogativi da parte di quegli studiosi che annoverano a questa scelta terapeutica molta importanza, ma che non nascondono una certa apprensione nei confronti del nascituro.Ciò non toglie tuttavia che è parere del mondo scientifico ritenere che le donne sottoposte a parto cesareo possano andare incontro ad infezioni, a volte anche gravi, sia venti volte di più di quelle donne che si sottopongono al parto per via naturale.


    Imputate di questi rischi sono quelle infezioni della zona pelvica ed in sede di ferita chirurgica, senza dimenticare l’apparato urinario, tant’è che tutta la letteratura scientifica annette importanza alla profilassi antibiotica di fronte ad un cesareo; tuttavia, ha detto F.M. Smaill del Department of Pathology and Molecular Medicine, mancano fino adesso analoghi studi che considerino le conseguenze sul bambino.

    305

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AntibioticiFarmaciInfezioniMalattieParto CesareoSalute Donna
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI