Anoressia: il Governo vuole debellarla

Anoressia: il Governo vuole debellarla

Anoressia e Bulimia due facce spesso della stessa medaglia che vengono inneggiate da almeno 300 mila siti internet cui adesso il Governo vuol fare la guerra con un proprio sito internet

da in Alimentazione, Anoressia, Bulimia, Malattie, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Anoressia e bulimia

    L’anoressia è un grosso problema e questo lo si sa bene ma la cosa grave è che proprio Internet che dovrebbe fare chiarezza sulla malattia e magari aiutare chi si ammala, diventa esso stesso motivo e fonte stessa di preoccupazione per chi si prende cura di questi ammalati, visto che esistono in rete centinaia di siti, anzi migliaia, visto che se ne contano oltre 300 mila, che finiscono per inneggiare all’anoressia stessa e, spesso alla bulimia.

    Ma oggi a dichiarare guerra a quei criminali che inneggiano ad anoressia e bulimia ci pensa il Governo che ha inaugurato un nuovo sito on line che si chiama Timshel, presentato oggi a Roma il cui intento è quello di informare la platea di cybernauti sull’importanza di una sana alimentazione, buone abitudini dietetiche, dando al contempo le linee guida da seguire al manifestarsi di quei sintomi creati dal disagio psicologico che potrebbero portare nel tempo a manifestazioni riconducibili ad anoressia e bulimia.

    L’iniziativa è frutto di un progetto congiunto del ministero del Welfare, della Gioventù e dell’ ospedale pediatrico Bambin Gesù.”Si tratta di un progetto che era già stato incardinato dal precedente Governo – ha spiegato il ministro della Gioventù Giorgia Meloni – nell’ambito del protocollo Guadagnare salute, e che noi abbiamo deciso di portare avanti per far fronte a un problema dilagante.

    Abbiamo scelto internet perché è proprio lì che il fenomeno sta assumendo le sue dimensioni più preoccupanti”.

    285

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneAnoressiaBulimiaMalattieSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI