Anice stellato: proprietà curative, benefici e controindicazioni

L'anice stellato vanta proprietà curative, benefici e controindicazioni diverse. Scopriamo di più in merito.

da , il

    L’anice stellato – con proprietà curative, benefici e controindicazioni diverse – è un albero tropicale asiatico che porta questo nome per via della forma del proprio frutto che ricorda, per l’appunto, una stella. Il sapore dell’anice stellato è simile a quello della liquirizia; motivo per cui viene utilizzato ampiamente in cucina come spezia, per la preparazione di diversi piatti. L’anice stellato viene usato in vari ambiti e indiscusse sono le sue proprietà terapeutiche: dalla pianta, ad esempio, si estrae l’olio essenziale aromatico, utilizzato per vari scopi. Scopriamo di più in merito.

    1. Vanta proprietà antibatteriche e antinfiammatorie

    Tra le caratteristiche principali dell’anice stellato vi è, senza dubbio, la sua capacità di combattere diversi tipi di virus, tra cui quello dell’influenza e dell’herpes. L’anetolo estratto da questa pianta ha, inoltre, un’efficacia antibatterica e antinfiammatoria.

    2. Ha proprietà diuretiche

    L’anice stellato ha proprietà diuretiche e possiede anche dei valori nutrizionali davvero importanti: basti pensare che contiene – tra le tante cose – fibre, proteine, calcio, vitamina C ed è, inoltre, una ricca fonte di ferro.

    3. Aiuta il tratto digestivo

    Un’altra importante caratteristica dell’anice stellato è quella di alleviare eventuali crampi addominali e favorire la digestione, eliminando il gonfiore addominale e contrastando la nausea.

    4. Possiede capacità espettoranti

    L’olio di anice stellato possiede, inoltre, capacità espettoranti, che lo rendono ideale contro la tosse – che può avere diverse cause - la bronchite, l’asma e il raffreddore. Se non si ottengono risultati in breve tempo, è opportuno consultare il proprio medico per evitare eventuali effetti collaterali da alto e prolungato dosaggio.

    5. Favorisce l’allattamento

    Pare che l’anice stellato favorisca la produzione di latte nelle donne: questo avviene per merito di due sostanze chiamate “diantheole” e “photoantheole”. Come sempre è, però, opportuno ascoltare il parere del proprio medico curante e non va, in ogni caso, utilizzato in gravidanza.

    6. Stimola la crescita dei capelli

    L’anice stellato, inoltre, stimola la crescita di capelli e previene, quindi, le calvizie: per questa ragione è, infatti, un ingrediente molto utilizzato nei prodotti per capelli e va applicato sul cuoio capelluto anche per eliminare i pidocchi. Ricordiamo che proteggere i capelli dal sole è altrettanto importante.

    7. Controindicazioni

    È bene ricordare, poi, che l’anice stellato può avere degli effetti collaterali, se se ne fa un uso prolungato o eccessivo: può, infatti, provocare vomito, nausea, edema polmonare, convulsioni e disturbi neurologici. Non va, poi, assunto in gravidanza e nei bambini può provocare intossicazioni. Infine, è opportuno contattare il proprio medico curante, se si assumono altri farmaci.