Anguria: servita fredda è meno nutriente!

Anguria: servita fredda è meno nutriente!

L’errore è consistito nell’aver raffreddato per ore in frigo l’anguria, nulla di grave si intenda, ma così facendo abbiamo contribuito a rendere meno nutriente il frutto dell’estate! Lo hanno stabilito studiosi del Dipartimento di Agricoltura americano rilevando che l’anguria servita a temperatura ambiente conservava una quantità di nutrienti, licopene e beta-carotene

da in Alimentazione, Antiossidanti, Benessere
Ultimo aggiornamento:

    Anguria

    L’estate appena trascorsa sembra ormai un ricordo lontano e sempre più sbiadito, così come lo sono le giornate di caldo soffocante in parte mitigate da una “bella” fetta di anguria fresca appena ritirata dal frigo. Dunque, parlando di anguria fresca, bisogna considerare che è sicuramente tardi per rimediare ad un errore che la maggioranza di noi chissà quante volte avrà commesso quest’estate e che però alla luce delle nuove acquisizioni non commetteremmo sicuramente più alla prossima bella stagione.

    L’errore è consistito nell’aver raffreddato per ore in frigo l’anguria, nulla di grave si intenda, ma così facendo abbiamo contribuito a rendere meno nutriente il frutto dell’estate! Lo hanno stabilito studiosi del Dipartimento di Agricoltura americano rilevando che l’anguria servita a temperatura ambiente conservava una quantità di nutrienti, licopene e beta-carotene, in più rispetto a quella servita fredda, ovvero servita a 13 fino a 5 gradi centigradi e, addirittura la quota abbattuta di beta carotene poteva giungere al 139% in meno rispetto all’anguria a temperatura ambiente e ciò perché gli antiossidanti vengono neutralizzati e distrutti alle basse temperature.

    Occhi al frigo dunque la prossima estate!

    230

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneAntiossidantiBenessere
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI