Angioma vertebrale: cause, sintomi e terapia

L'angioma vertebrale è un tumore benigno, i cui sintomi possono essere il dolore e la debolezza muscolare

da , il

    angioma vertebrale cause sintomi terapia

    Angioma vertebrale: quali le cause, i sintomi e la terapia? Si tratta di un tumore benigno che interessa la colonna vertebrale e che in genere è asintomatico, specialmente nelle prime fasi di sviluppo. Di solito cresce molto lentamente e, soltanto quando arriva a dimensioni più grandi, può comportare la presenza di manifestazioni sintomatiche, come dolore, debolezza muscolare e perdita di sensibilità alle gambe. Le cause non sono note con precisione. Per il trattamento, necessario quando si manifestano i sintomi, l’intervento chirurgico, la radioterapia o l’embolizzazione.

    Le cause

    Le cause dell’angioma vertebrale non sono conosciute in maniera precisa. Non c’è nemmeno la certezza che alla base della patologia possa esserci una predisposizione ereditaria. Gli angiomi vertebrali sono formati da cellule, grasso e vasi sanguigni che tendono a proliferare molto lentamente e che hanno origine da un vaso che ha il compito di provvedere all’irrorazione sanguigna di una vertebra.

    Sviluppandosi, questi tumori benigni possono invadere la struttura ossea e il canale spinale. Come risultato si può avere la compressione del midollo e delle strutture nervose, con il manifestarsi di sintomi ben precisi, come, per esempio, il mal di schiena lombare.

    I sintomi

    I sintomi dell’angioma vertebrale diventano più intensi man mano che la malattia progredisce. Uno dei segnali è il dolore che si prova nella zona, in cui si trova localizzato il tumore, anche se, con il tempo, può coinvolgere anche gli arti superiori e quelli inferiori. Si tratta di un dolore alle gambe che è più acuto a riposo e tende a migliorare con il movimento.

    Altri sintomi sono costituiti dalla debolezza muscolare e dalla perdita di sensibilità degli arti inferiori, come conseguenza della compressione delle strutture nervose. Si può arrivare anche alla perdita della funzionalità degli sfinteri vescicali e anali e alla paralisi di alcune zone del corpo. Con il tempo si può incorrere nella deformazione della colonna vertebrale.

    La terapia

    La terapia per l’angioma vertebrale può anche non essere necessaria, se non ci sono sintomi che compromettono la qualità di vita del paziente. Se si riscontrano delle conseguenze del tumore benigno, è meglio intervenire. L’intervento chirurgico è importante per rimuovere la massa tumorale, per liberare le strutture nervose e per rimediare alla deformazione ossea delle vertebre. Si può fare ricorso alla radioterapia che in genere ha il vantaggio di provvedere ad una regressione della massa tumorale.

    Altri due trattamenti sono rappresentati dall’embolizzazione e dalla vertebroplastica. Nel primo caso si iniettano nel tumore delle resine autocoagulanti, che lo ostruiscono, nel secondo caso si procede con una tecnica endoscopica per introdurre una sostanza in grado di distruggere il tumore, di rafforzare le architetture ossee della colonna vertebrale e di rendere più lieve il dolore.