NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Angina pectoris: sintomi, cause e rimedi

Angina pectoris: sintomi, cause e rimedi
da in Cuore
Ultimo aggiornamento: Lunedì 13/04/2015 12:34

    angina pectoris sintomi cause rimedi

    Angina pectoris: vediamo quali sono i sintomi, le cause e i rimedi. Si tratta di un dolore al petto e alle aree circostanti, che si verifica quando il cuore non riceve ossigeno a sufficienza. In genere indica un segno di malattia coronarica, che si verifica quando i grassi si depositano sui vasi sanguigni del cuore e formano delle placche. E’ il fenomeno che viene definito aterosclerosi e che può provocare anche un’ischemia. I sintomi più evidenti sono costituiti dal dolore e da una sensazione di pressione. Per trattare il problema, ci sono alcuni farmaci in particolare, che hanno lo scopo di aumentare il flusso sanguigno diretto al cuore. Spesso si usa la nitroglicerina, per ridurre la quantità di lavoro che il cuore ha bisogno di portare a termine.


    I sintomi

    I sintomi dell’angina pectoris sono costituiti da dolori forti al petto e da una sensazione di pressione, che può diffondersi anche alle braccia, al collo, alla schiena e alla mandibola. Ad essere coinvolto è soprattutto il lato sinistro del corpo, con una sensazione di pesantezza e di irrigidimento ai gomiti, ai polsi e alle braccia intere. Altre manifestazioni sintomatologiche tipiche possono essere l’affaticamento e la mancanza di respiro. I sintomi dell’angina possono essere anche simili a quelli dell’infarto miocardico acuto. Tuttavia ci sono delle differenze. Nel caso dell’attacco cardiaco il dolore è più forte e nemmeno il riposo riesce a dare sollievo.


    Le cause

    Le cause dell’angina pectoris sono da rintracciare nelle malattie coronariche. Queste in genere interessano i vasi sanguigni che portano ossigeno al cuore. Può capitare che questi vasi si ostruiscano, perché i grassi si depositano a formare delle placche (aterosclerosi). L’aterosclerosi può determinare un minore flusso di ossigeno al muscolo cardiaco e provocare un’ischemia. Tutti i problemi che riguardano il modo in cui il sangue scorre al cuore possono provocare l’angina pectoris. Ad esempio, il disturbo può essere causato anche da valvole cardiache anormali e dall’aritmia.


    I rimedi

    I rimedi per l’angina pectoris vanno cercati con l’aiuto del medico. Quest’ultimo può prescrivere dei farmaci che, da un lato, aumentano il flusso sanguigno diretto al cuore e, dall’altro, hanno la possibilità di diminuire la richiesta di ossigeno da parte del muscolo cardiaco. Ad esempio, la nitroglicerina, usata come terapia dell’angina pectoris, fa rilassare i vasi sanguigni, riducendo la quantità di lavoro che il cuore ha bisogno di portare a termine. Fra i farmaci utilizzati per curare l’angina ci sono anche i betabloccanti e i calcio-antagonisti.

    Non sempre i medicinali possono essere d’aiuto, per cui è possibile che il medico consigli anche di sottoporsi ad un intervento chirurgico, per spingere la placca contro le pareti arteriose o per bypassare le arterie ostruite attraverso la creazione di un altro vaso sanguigno (di solito si preleva dalla gamba del paziente). Per risolvere il problema in maniera completa, è necessario adottare un cambiamento nello stile di vita: non fumare, praticare attività fisica, portare avanti una dieta salutare e bilanciata, povera di grassi, perdere peso (se si è in sovrappeso), controllare regolarmente i livelli di colesterolo, degli zuccheri nel sangue, la pressione sanguigna, gestire lo stress in maniera efficiente e dormire a sufficienza.

    636

    PIÙ POPOLARI