Amniocentesi:rischio di aborto ai minimi storici

Amniocentesi:rischio di aborto ai minimi storici

Sensibilmente diminuito il rischio di aborto dopo amniocentesi

da in Aborto, Gravidanza, Salute Donna
Ultimo aggiornamento:

    Secondo l’Associazione Obstetrics and Ginecology, il rischio di aborto in pazienti che si sottopongono ad amniocentesi, è di molto calato ai giorni nostri.

    Ricordiamo che tale pratica consiste nel prelievo di liquido amniotico, al fine di diagnosticare eventuali malformazioni del nascituro e che il periodo in cui viene effettuata l’amniocentesi è compreso fra la 16 esima e la 19 esima settimana di gravidanza.

    Ebbene, secondo uno studio relativo agli anni 70, il rischio di procurare un aborto, in quegli anni era pari ad un caso su 200 . Oggi si parla di un caso ogni 1.600, ma addirittura, secondo uno studio ancora più moderno, che aveva attenzionato circa 36.000 donne gravide, di cui 3.100 si erano sottoposte ad amniocentesi, i risultati cui gli scienziati sono giunti, nei due gruppi, è che il rischio di sviluppare aborti è in percentuale sovrapponibile, potendo persino asserire che il rischio di un aborto, per chi si sottopone ad amniocentesi, è uguale a quello di un aborto spontaneo.

    177

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbortoGravidanzaSalute Donna
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI