Ambiente: allarme per il cartongesso made in Cina

Imputato in questi guasti è l’alto livello di idrogeno solforato che non solo corrode i rivestimenti ma le cui esalazione crea danni alla salute

da , il

    cartongesso

    Allarme in America , ma chissà che analoga apprensione non si debba registrare anche in qualche Stato Europeo, ovunque sia stata autorizzata la posa in opera di cartongesso realizzato in Cina e dunque caratterizzato sicuramente da prezzi quando mai contratti, cosa per nulla insolita nel Paese della Grande Tigre.

    Tale cartongesso presenta notevoli inconvenienti, il primo, crea anche seri problemi alla salute ed in particolare all’apparato respiratorio soprattutto per quei soggetti che siano allergici e non solo, si sarebbe infatti visto che laddove le coperture dell’impianto elettrico, dei tubi del gas di scarico e di irrigazione siano realizzati con questo materiale si sono determinati numerosi inconvenienti a causa della corrosione cui risentono i materiali di rivestimento dei fili dell’elettricità e degli scarichi.

    Imputato in questi guasti è l’alto livello di idrogeno solforato che non solo corrode i rivestimenti ma le cui esalazione crea danni alla salute. I proprietari che rimuoveranno tale cartongesso riceveranno dallo Stato Federale adeguati sgravi fiscali.

    Secondo uno studio, il cartongesso cinese emana 100 volte i livelli di idrogeno solforato rispetto al cartongesso non cinese. A giustificare la posa di tale materiale proveniente dalla Cina è stato il prezzo competitivo del cartongesso cinese, in confronto con quello americano, soprattutto dopo l’uragano Katrina avvenuto nel 2005 e che di fatto ha messo in ginocchio molte nazioni investite dal ciclone che sono state costrette a rimediare per la ricostruzione ricorrendo a materiali a basso costo, come quelli provenienti dalla Cina.