Alluce valgo: chirurgia soft per correggerlo

Alluce valgo: chirurgia soft per correggerlo

Per risolvere il doloroso problema dell'alluce valgo, in particolare quando non rappresenta solo un problema estetico, ma influisce sulla funzionalità dei piedi, si ricorre alla chirurgia: ora è disponibile una nuova tecnica, più soft

da in Interventi Chirurgici, News Salute, Piedi
Ultimo aggiornamento:

    Chirurgia soft per l’alluce valgo

    È antiestetico, ma soprattutto può fare molto male e arrivare a impedire di camminare e indossare le scarpe: è l’alluce valgo, la deformazione dell’articolazione che sta alla base del primo dito del piede e che spinge l’articolazione stessa verso l’esterno, deviando l’asse del dito.

    Si riconosce una predisposizione al disturbo, ma molto possono, in senso negativo, le calzature che si portano abitualmente: le prime imputate sono le scarpe con i tacchi alti e questo spiega anche perché il 90% dei casi di alluce valgo riguarda le donne.

    Oggi, per correggere il disturbo ai piedi esiste una tecnica chirurgica “soft”: si opera in anestesia locale al piede, utilizzando piccole frese, introdotte, sotto guida radiografica, attraverso incisioni della cute di 2-3 millimetri.

    Queste frese producono piccole fratture ossee che permettono di correggere la deviazione senza ricorrere a mezzi di sintesi (come le viti), come avviene tradizionalmente, perché le fratture guariscono da sole, “guidate” da cerotti che modellano la struttura operata, per favorire una guarigione secondo il carico reale del peso.

    Questo riduce il dolore e i tempi di recupero: si opera generalmente in day hospital e si può tornare subito a muovere i primi passi, seppur a piede piatto e on l’aiuto di una fascia speciale, camminando, dopo 4-10 giorni, con semplici scarpe da walking.

    “La correzione dell’alluce valgo non è mai una scelta estetica e l’intervento chirurgico si sceglie quando il dolore limita la funzionalità del piede” spiega il dottor Andrea Bianchi, Chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia, direttore per l’Italia della Academy of Ambulatory foot & Ankel surgery, tra i primi a svolgere questa tecnica.

    Immagine tratta da: Ortopediabrescia.com

    369

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Interventi ChirurgiciNews SalutePiedi
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI