Allergie: quali forme sono più diffuse?

L’ultimo sondaggio ha riguardato l’arrivo in Italia della pillola abortiva RU486

da , il

    allergia primavera

    Con l’arrivo della primavera si diffondono anche forme di allergia più o meno gravi o più o meno fastidiose, di cui molti individui soffrono e che sono fonte di disagi, anche perché molte volte non si riesce a contrastarle nel migliore dei modi. Eppure molti si ritrovano ad avere a che fare con allergie varie. Ma quali sono le più frequenti?

    Il sondaggio che vi proponiamo ha l’obiettivo di comprendere quali forme di allergie sono più diffuse, per orientarsi meglio in un tema spesso controverso e fonte di molti dubbi e incertezze. Nell’ultimo sondaggio vi avevamo domandato di fornirci una vostra opinione su un tema di grande attualità, ossia l’arrivo anche nel nostro Paese della pillola abortiva RU486. Si è trattato di un fatto che ha suscitato parecchie polemiche dovute a pareri contrastanti, che hanno coinvolto anche l’aspetto etico della questione.

    Dai risultati è emerso che la maggior parte degli internauti che hanno lasciato il loro parere sono d’accordo con l’introduzione della pillola abortiva, perché evita alle donne il trauma dell’aborto chirurgico. Il 20 % dei votanti pensa che l’introduzione della pillola RU486 in Italia ci allinea agli altri Paesi civili. Il 18% non teme danni derivanti dall’uso della pillola perché esso avviene sotto controllo medico. Più bassa è la percentuale di chi teme l’assunzione senza i dovuti controlli medici.

    Il 17% invece ha dichiarato di non essere d’accordo con l’uso della pillola abortiva, perché essa rischia di far aumentare il numero di aborti farmacologici. E adesso tocca alle allergie. Quali sono le forme che vi toccano da vicino? Quella ai pollini, agli acari, le allergie alimentari o quelle ai metalli o al pelo degli animali? Raccontateci le vostre esperienze anche nei commenti.

    Immagine tratta da: pourfemme.it