NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Allergie: ne soffre un italiano su cinque

Allergie: ne soffre un italiano su cinque
da in Allergie, Antistaminici, Cortisone, Malattie
Ultimo aggiornamento:

    allergia

    Sarà servito a qualcosa quest’anno il rigido inverno, per lo meno ha spostato il calendario per quanto concerne le allergie con le quali però è solo questione di tempo, con l’arrivo della primavera, un italiano su cinque avrà a che fare con le fastidiosissime allergie stagionali. Oltretutto resta il fatto che la popolazione allergica nei Paesi ricchi aumenta di anno in anno e così sarà anche per i prossimi decenni al punto che quella percentuale del 20% che individua la popolazione che soffre di allergia è destinata a crescere sempre di più.

    La dimostrazione ce la da il dato inconfutabile che indica come negli ultimi dieci anni gli allergici siano aumentati dal 5 all’attuale 20% e ciò dimostra il cambiamento di abitudini degli italiani che, per lo più, hanno abbandonato la campagna che di fatto abituava l’organismo dei bambini al contatto con sostanze loro estranee e che invece risultano per il loro sistema immunitario del tutto sconosciute e dunque scatenano nei soggetti predisposti reazioni eccessive, quali appunto gli attacchi allergici.

    C’è di più, la permanenza nelle città sempre più inquinate espone chi vi abita all’aggressione di sempre più sostanze che agiscono insieme o combinate in composti in grado di scatenare allergia. Tuttavia tutto ciò non basterebbe a giustificare in un decennio una quadruplicazione dei casi ditali patologie; se oggi a confrontarsi con l’allergia sono una popolazione italiana rappresentata per lo più da oltre dieci milioni di persone, bambini compresi, è per via del fatto che oggi tali patologie sono più facilmente dfiagnosticabili e soprattutto si cerca di riporvi in qualche modo rimedio.

    Il primo presidio cui oggi la medicina dispone contro le allergie è rappresentato dal vaccino, ma anche questo importante baluardo presenta troppo spesso i propri limiti, visto che generalmente il vaccino agisce su un gruppo di sostanze che causano la reazione dell’organismo, mentre gli allergici lo sono quasi sempre nei confronti di diverse sostanze in grado di scatenare l’attacco. Ne deriva che la diagnosi mediante le prove allergiche da effettuarsi in ambiente sanitario attrezzato risulta fondamentale per orientare la cura.

    Per quanto concerne invece i farmaci sintomatici, ricordiamo gli antistaminici, locali come spray e colliri e i cortisonici e presto giungerà sul mercato anche un cortisone da banco; “si sta discutendo – ha reso noto Desiderio Passali, professore di Otorinolanringoiatria all’Universita’ di Siena -. Se arrivera’ sara’ un prodotto nasale da utilizzare dall’eta’ prescolare in su”. Quello della cura resta, comunque, un passaggio importante, soprattutto considerando anche i costi indiretti che derivano dall’essere invalidati dalla patologia. Inoltre, sono molte le complicazioni che possono essere causate da un rinite allergica non trattata, tra i quali il piu’ frequente e’ l’asma. “La terapia – ha detto Passali – va dal fazzoletto, fondamentale perche’ il naso deve essere pulito, alla sala operatoria. Tra questi esiste una vasta gamma di farmaci da banco di automedicazione che curano la sintomatologia”.

    543

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AllergieAntistaminiciCortisoneMalattie
    PIÙ POPOLARI