Allergie e dermatite: il prezzo da pagare al bisogno imperante di apparire a tutti i costi

Allergie e dermatite: il prezzo da pagare al bisogno imperante di apparire a tutti i costi

Allergie e dermatite: il prezzo da pagare al bisogno imperante di apparire a tutti i costi

da in Allergie, Dermatite, Estetica e Trattamenti
Ultimo aggiornamento:

    Allergia e dermatite da eccesso di cosmesi

    Sono le donne quelle che più di tutte pagano con la perdita del proprio stato di benessere la propensione ad apparire a tutti i costi finendo per accusare malesseri a causa dell’orientamento sempre maggiore verso accessori o lo stesso abbigliamento sovente causa di dermatiti, allergie, o problemi circolatori per via del fatto che per valorizzare qualche parte del proprio corpo si preferisce indossare capi stretti o si finisce per causare danni più o meno seri alla colonna o ad altre parti del sistema scheletrico per non essere riusciti a resistere dalla tentazione di indossare scarpe strette o con tacchi vertiginosi, comunque, non sempre innocui alla salute.

    Oggi c’è chi parla di “fashion victim “ ovvero vittime del fascino che la moda spesso esercita sul gentil sesso, sindrome questa emersa anche da una ricerca condotta dal mensile “Salute naturale” dove 8 donne su 10 ha ammesso di essere incorsa talora in questo problema per non aver saputo dire no alla propria voglia di apparire a tutti i costi.

    Secondo il professore Marcello Monti, responsabile di Dermatologia all’Istituto Clinico Humanitas e docente di Dermatologia all’Università di Milano, molti oggetti di bigiotteria, accessori quali cinture, sandali e quant’altro, in determinate circostanze sono causa di irritazione o allergie che si manifestano con dermatiti o altri disturbi simili. A causare il problema, la presenza di alcuni sali che entrano nella costituzione di questi oggetti, ricordiamo il nichel solfato che si cela nei metalli di cui sono formati alcuni oggetti della bigiotteria, o il cloruro di cobalto che entra fra gli ingredienti della pelle relativamente agli accessori fra quelli ricordati con la conseguenza di determinare manifestazioni allergiche diffuse con la formazione di zone arrossate spesso pruriginose con relativa formazione di croste e gonfiore. Il rimedio; evitare questi oggetti nella maniera più assoluta se non si vuole incorrere in questi fenomeni.

    Ma anche i tessuti sintetici utilizzati nella realizzazione di capi di abbigliamento, compresa la biancheria intima, possono dare gli stessi fenomeni che, di norma, non si presentano col cotone o con l’utilizzo di abbigliamento costituito da fibre naturali. In questo caso alla base dei problemi lo scarso grado di traspirazione di questi tessuti concedono alla pelle che, oltretutto, viene in contatto con sostanze irritanti e spesso allergizzanti che li costituiscono compresa la possibilità che si creino delle zone di infezione a seguito della macerazione della cute nelle zone in cui non si consente a questa di respirare adeguatamente, fatto che richiede da parte di chi soffre di queste manifestazioni una igiene ancora più accurata e frequente, a volte, anche con preparati a base di battericidi sotto forma di lavande o creme lavaggio.

    Ultima attenzione, non certo in ordine all’importanza rivestita, l’uso di cosmetici, a parte la raccomandazione massima di non affidarsi a prodotti di dubbia provenienza, si pensi a tutti quei prodotti importati dall’Asia, oscuri al massimo in ordine all’etichettatura dei prodotti che entrano a far parte della confezione, spesso causa di allergia, tanto più grave perché non si riesce a comprendere a cosa l’organismo si è opposto non conoscendo la formulazione chimica del preparato, altro problema è quella di un abuso da cosmetico, soprattutto nelle adolescenti portati a continui ritocchi della pelle e con sempre più sovente ricorso ai vari trucchi per occhi, viso, collo, con la conseguenza di generare una vera e propria dipendenza da cosmetico davanti il fatto che la pelle, sottoposta a continui insulti dall’azione lesiva di queste sostanze utilizzate con troppa frequenza, reagisce con l’opacità, l’aridità, la disidratazione e più aumenta l’uso del cosmetico più se ne abusa, con la consapevolezza, sbagliata, che sia l’assenza del prodotto a generare gli inestetismi della pelle, quando invece è risaputo che è proprio l’ eccesso del cosmetico a sortire tali nefasti risultati fino all’invecchiamento del corpo esposto alle sostanze.

    685

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AllergieDermatiteEstetica e Trattamenti
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI