Allergia alle zanzare: sintomi, rimedi e omeopatia

Allergia alle zanzare: sintomi, rimedi e omeopatia

L’allergia alle zanzare è una reazione anomala alla puntura di questi insetti

da in Allergie, Omeopatia
Ultimo aggiornamento:

    zanzaraEP

    Quali sono i sintomi e i possibili rimedi all’allergia alle zanzare? E come ci si può curare con l’omeopatia? Le punture di zanzara possono causare importanti reazioni allergiche con sfoghi cutanei estesi, fastidiosi e duraturi. L’allergia al veleno degli insetti, infatti, è una reazione anomala alla loro puntura causata da una sensibilizzazione allergica verso alcune componenti iniettate al momento del morso. Per quanto riguarda le zanzare, l’elemento incriminato è un antigene contenuto nella loro saliva. Si parla, quindi, di allergia alle sostanze iniettate dagli insetti quando la reazione locale è eccessiva: troppo estesa, grave e duratura. Il rigonfiamento raggiunge un picco massimo entro le 48 ore e può durare fino a 7-10 giorni. In alcuni casi si può anche verificare febbre e malessere generale. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Dermatology, questo tipo di allergia è abbastanza comune fra i bambini, tanto che nel 75-80% dei piccoli di circa sei anni con una reazione abnorme alla puntura il test allergologico è risultato positivo (immunoglobuline E presenti in circolo).

    Sintomi
    La maggior parte delle persone non è allergica alle punture di zanzara e sviluppa una reazione cutanea caratterizzata unicamente da gonfiore e prurito. In caso del fenomeno allergico noto come “Sindrome di Skeeter“, invece, le eruzioni cutanee presentano bolle, notevole gonfiore e lividi. Inoltre, il gonfiore non sarà circoscritto unicamente alla zona della puntura, bensì interesserà gran parte dell’arto (gamba o braccio). Questo tipo di sintomi in genere durano ore e, nei casi più gravi, anche giorni. Forme particolarmente rare comportano gonfiore e bolle che scoppiano in tutto il corpo. La risposta allergica più grave è l’anafilassi. Essa colpisce vari organi e causa abbassamento della pressione sanguigna, orticaria, gonfiore e difficoltà respiratorie.
    Rimedi e omeopatia
    La cura più efficace consigliata in caso di allergie è quella a base di farmaci antistaminici.

    Per prevenire le punture di zanzare, comunque, è utile evitare di soggiornare in ambienti e località troppo umide, utilizzare un repellente specifico da applicare sulla pelle, preferire detergenti neutri, creme non troppo profumate e abiti leggeri di tessuti naturali e traspiranti. Qualora si preferisca ricorrere ai rimedi naturali e all’omeopatia, Apis mellifica è indicata per tutte le punture che danno un rigonfiamento roseo e caldo, con sensazione locale di aghi o spilli. Ledum palustre si utilizza se il rigonfiamento è bianco bordato di rosso, e sembra freddo. Urtica urens viene utilizzata in presenza di punture analoghe a quelle curate dall’Apis mellifica, ma qualora l’acqua fredda peggiori il dolore e il bruciore. Arsenicum album è indicato se dopo la puntura c’è un intenso stato di prostrazione e la persona è molto spaventata. Tarentula cubensis, infine, va preferita se la lesione diventa di colorito cupo e violaceo.

    550

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AllergieOmeopatia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI