NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Allergia alla betulla: sintomi, periodo e cibi da evitare

Allergia alla betulla: sintomi, periodo e cibi da evitare

L'allergia alla betulla è legata al polline di questo albero che causa fastidiosi effetti collaterali

da in Allergie, Polline
Ultimo aggiornamento:

    young woman in green park, spring allergy and pollen of flower

    Cos’è l’allergia alla betulla? Quali sono i sintomi, il periodo in cui si manifesta e i cibi da evitare? La betulla, come altri alberi, emette del polline in determinati periodi dell’anno che può causare fastidiose allergie, ovvero delle reazioni esagerate del sistema immunitario a sostanze esterne tendenzialmente inoffensive. Il polline, infatti, al suo interno contiene dei piccoli semi che vengono trasportati dal vento e inalati attraverso la respirazione causando una sintomatologia simile a quella delle malattie da raffreddamento. Questo tipo di allergia prevale nei climi temperati e i sintomi tendono ad aggravarsi nelle giornate calde o ventose.

    Sintomi e periodo
    Il periodo di impollinazione e fioritura delle betulle coincide perlopiù con quello di altri alberi, quali ad esempio il noce, il cipresso, l’acero o il pioppo responsabili di altre forme di allergie ai polline. Questi fenomeni avvengono tendenzialmente in primavera, da aprile a giugno, ma l’impollinazione può posticipare o anticipare di alcune settimane a causa di particolari variazioni climatiche e meteorologiche. Le allergie sono un fenomeno in crescita in Italia e quelle causate dalle betulle presentano una sintomatologia simile all’influenza, fatta eccezione per l’assenza di febbre. Naso che cola, rinite, congestione nasale e sinusale si alternano a starnuti frequenti e tosse. L’organismo rilascia istamina che causa arrossamento e lacrimazione agli occhi, talvolta associate alla congiuntivite allergica.

    Nei casi più seri può comparire un intenso prurito alle mucose della bocca, della gola e delle orecchie.
    Cibi da evitare e rimedi naturali
    Alcune proteine presenti in determinati cibi sono strettamente legate al polline delle betulle, tanto che il sistema immunitario talvolta le confonde scatenando reazioni anomale note come sindrome orale allergica. Se si soffre di questo tipo di allergia, quindi, è bene evitare alimenti quali patate, peperoni, finocchi, nocciole, ciliegie, pere, mele, prugne, carote, pesche e frutta secca in generale. Tra i rimedi naturali indicati per dare sollievo alla sintomatologia allergica, il Ribes Nero è un cortisonico naturale atossico che ha notevoli proprietà oftalmiche e lenitive, soprattutto se associato all’Adatoda e alla Perilla. La Liquirizia contrasta alcuni batteri patogeni, mentre l’aglio riduce gli effetti negativi degli allergeni contrastando allo stesso tempo anche alcune cariche batteriche. L’infuso dell’ortica, infine, riduce i gonfiori e gli arrossamenti.

    506

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AllergiePolline
    PIÙ POPOLARI