Allergia al polline: nasce Meteopolline

Allergia al polline: nasce Meteopolline

Meteopolline e' il sito che riporta il bollettino dei pollini che sono attivi di stagione in stagione in Italia

da in Allergie, Benessere, Polline, propoli
Ultimo aggiornamento:

    Polline

    E’ nato Meteopolline, il portale che, dal 2007, guida gli allergici nell’aiuto a trovare una risposta alle loro allergie; Meteopolline suddivide in regioni e stagioni l’Italia, evidenziando con diversi colori le diverse tipologie di allergia, fornendo informazioni utili a fine di identificare la soluzione idonea a ogni problema allergico.

    Con Meteopolline on line si trovano i consigli per affrontare al meglio i periodi dell’allergia; secondo il bollettino pubblicato attualmente in Italia ogni zona e’ soggetta a diversi fattori che causano l’allergia: nelle Alpi le allergie piu’ diffuse sono quelle da betulla, graminacee, oleacee e urticaceee; a differenza invece delle zone a Sud del Tirreno, in cui in questo momento sono in atto i fenomeni di impollinazione di fagacee, oleacee, urticacee e graminacee.

    Nella Sardegna oleacee e graminacee, nessun rischio per betullacee e cipressi nella stessa situazione la Puglia, in Pianura Padana il rischio riuarda le allergie alle urticacee e alle graminacee, mentre nel Nord e Centro Adriatico e’ allarme graminacee; nel Nord Tirreno sono in aumento i valori pwe fagacee e graminacee, nella Calabria nessun rischio, infine in Sicilia l’allarme e’ per urticacee e oleacee.

    Perche’ un bollettino allergico? Perche’ i granuli pollinici sono colpevoli dei fenomeni di allergia delle persone che sono sensibili, al fine di prevenire gli attacchi con il vaccino annuale o con la reactine, medicinale per allergici, il bollettino consente di affrontare i diversi fattori con le giuste precauzioni.

    I bollettini sono preparati sulla base di una raccolta dati a campione, con centri di rilevazione che sono collocati su terrazzi e sommita’, per favorire la raccolta, all’altezza di 15/20 metri dal suolo; la pompa rilevatrice ha un flusso di 10 litri di aria al minuto, e viene filtrata, il polline raccolto viene misurato e osservato dal microscopio ottico, i dati sono riportati sul modulo del conteggio.

    Alla fine della giornata si calcola la media giornaliera, che viene comunicata al bollettino, il quale segna la concentrazione di pollini per metro cubo di aria; grazie a questi dati si possono segnare le diverse concetrazioni di polline in tutta Italia, ed e’ su questa base che e’ costruito il bollettino di Meteopolline.

    411

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AllergieBenesserePollinepropoli
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI