Allergia al pelo del cane: sintomi, rimedi e come si manifesta

Allergia al pelo del cane: sintomi, rimedi e come si manifesta
da in Allergie
Ultimo aggiornamento:

    allergia al pelo del cane sintomi rimedi come si manifesta

    L’allergia al pelo del cane causa vari sintomi. Quali sono i rimedi e come si manifesta? In alcuni soggetti si può scatenare una vera e propria reazione di ipersensibilità del sistema immunitario quando si viene a contatto con gli animali domestici. L’allergia si verifica in particolare quando si è esposti agli allergeni che si trovano nei peli dell’animale, nelle scaglie di pelle morta o nella saliva. Si tratta di piccolissime particelle che si diffondono nell’aria e possono rimanere a lungo all’interno di un ambiente. Per questo motivo è importante ricordare che non è necessario che avvenga un contatto diretto con l’animale.

    Nella maggior parte dei casi la reazione allergica nei confronti del pelo del cane si manifesta con sintomi come rinite e asma. Possono comparire anche delle reazioni cutanee e la congiuntivite. Sarà il medico a verificare se i sintomi in questione possono essere rapportati ad un’allergia al pelo del cane. Per questo motivo è importante rivolgersi subito al medico di fiducia, per approfondire il problema. In particolare, in caso di ipersensibilità, possono essere presenti i seguenti sintomi:

    • Prurito al naso o alla gola (in particolare i bambini potrebbero sentire la necessità di sfregare il naso verso l’alto);
    • Disturbi che interessano gli occhi, come congiuntivite, gonfiore, lacrimazione e arrossamento;
    • Dolore al viso, che si può manifestare anche con una sensazione di pressione;
    • Rinite allergica, con la presenza di tosse e starnuti;
    • Stanchezza e sensazione di malessere generale;
    • Difficoltà nella respirazione;
    • Manifestazioni cutanee, come orticaria o dermatite;
    • Disturbi del sonno a causa della mancanza del respiro o della tosse.

    La presenza di altri allergeni nell’ambiente in cui il soggetto con allergia si trova potrebbe peggiorare le condizioni del paziente. Bisogna ricordare inoltre che l’inquinamento dell’aria e il fumo potrebbero essere i fattori scatenanti, insieme all’allergia al pelo del cane, di una vera e propria crisi d’asma. L’allergia agli animali domestici può verificarsi in ogni periodo dell’anno e i sintomi possono manifestarsi anche se non si ha in casa un animale. Questo avviene perché l’esposizione agli allergeni può avvenire anche sul luogo di lavoro o nei luoghi dedicati allo studio. Gli allergeni, infatti, possono essere trasportati da altre case sui vestiti e in questo caso è molto difficile evitare l’esposizione.

    Proprio per la difficoltà ad evitare l’esposizione agli allergeni, spesso potrebbe essere necessario fare ricorso ad alcuni farmaci che permettono di tenere sotto controllo i sintomi o di effettuare un’azione di prevenzione. In particolare sono a disposizione diversi medicinali utili per ridurre il quadro sintomatologico:

    • I corticosteroidi, disponibili sotto forma di spray nasali, possono avere un ruolo determinante nel ridurre l’infiammazione e nel tenere sotto controllo i sintomi dell’allergia.

      In particolare si tratta di farmaci come il fluticasone, il ciclesonide o il triamcinolone. Questi farmaci vengono applicati direttamente sull’area interessata dal problema e consentono di usufruire di una bassa dose del medicinale, con una riduzione degli effetti collaterali.

    • Esistono dei farmaci decongestionanti, disponibili anch’essi come spray nasali. Permettono di ottenere un effetto di sollievo dai sintomi dell’allergia, riducendo la sensazione di gonfiore e consentendo una respirazione più facile. Questi medicinali, però, hanno un effetto limitato a poco tempo e la congestione nasale può peggiorare se si utilizzano questi farmaci per più di tre giorni consecutivi.
    • Anche gli antistaminici possono essere molto utili in caso di allergia. Permettono di ridurre sintomi come naso che cola e starnuti, perché abbassano la produzione di istamina. Quest’ultima è una sostanza chimica che viene prodotta in seguito a degli stimoli del sistema immunitario. I farmaci antistaminici sono a disposizione sotto forma di compresse, sciroppi o spray nasali.
    • Il medico può consigliare anche il sodio cromoglicato, che effettua un’azione di prevenzione nei confronti del rilascio di istamina da parte del sistema immunitario. In questo modo questo principio attivo permette di ridurre l’infiammazione nelle via aeree. Può essere somministrato sotto forma di spray nasale con applicazione locale, che deve essere effettuata più volte al giorno in modo da ottenere una certa efficacia.

    Esistono alcune regole che potrebbero permettere di ridurre il problema. Bisognerebbe evitare di toccare o di abbracciare i cani, prestando attenzione anche all’esposizione a vestiti di persone che possiedono degli animali domestici. Se possibile, sarebbe importante evitare di portare l’animale all’interno della casa.

    Il cane, in presenza degli adeguati spazi, può vivere in modo comodo anche all’aperto e così si ridurrà la quantità di allergeni presenti all’interno dell’abitazione. Può essere utile anche stabilire dei limiti di accesso del cane all’interno di alcune stanze della casa. E’ importante, se si tocca un animale domestico, lavarsi bene le mani ed evitare di portarle al volto e a contatto con gli occhi.

    901

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Allergie
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI