Allergia al cloro: sintomi e come combatterla

Allergia al cloro: sintomi e come combatterla

I sintomi dell’allergia al cloro sono il prurito e i problemi a livello respiratorio

da in Allergie

    allergia al cloro sintomi come combatterla

    Allergia al cloro: quali sono i sintomi e come combatterla? Frequentando le piscine ci si può imbattere in questo tipo di problema, dovuto al cloro che viene usato come sostanza disinfettante. A volte il cloro, combinandosi con il sudore, può dare vita a delle tossine che causano un’azione irritante alle vie aeree. Inoltre chi manifesta questo tipo di allergia è soggetto a delle reazioni cutanee, che si esprimono in genere con chiazze rosse e pruriginose diffuse su tutto il corpo. Per rimediare a tutti questi inconvenienti, bisognerebbe cercare di evitare le piscine troppo affollate e ricorrere ad appositi farmaci antistaminici.

    Fra i sintomi dell’allergia al cloro il più evidente è sicuramente il prurito diffuso, con una sensazione ampia di fastidio che si espande su tutto il corpo. I soggetti a questo tipo di allergia possono soffrire anche di pelle secca: noteranno che dopo aver fatto un bagno in acqua la loro cute diventa piena di screpolature molto evidenti soprattutto sulle piante dei piedi e sulle giunture.

    Possono comparire sulla pelle anche delle macchie rosse con molti puntini. L’allergia al cloro comporta anche dei disturbi agli occhi, con una sensazione intensa di bruciore e occhi rossi e gonfi. Possono verificarsi anche dei sintomi a livello respiratorio, caratterizzati da tosse secca e asma.

    Per combattere tutti questi problemi bisognerebbe innanzitutto puntare sulla prevenzione, evitando le piscine troppo affollate, perché in esse vi è una maggiore possibilità che il cloro si combini con sostanze come il sudore, provocando delle reazioni. E’ opportuno usare sempre una cuffietta per il bagno in piscina e sciacquarsi prima di entrare in acqua. Si dovrebbero utilizzare in particolare detergenti a ph acido, anche per lavarsi immediatamente dopo essere usciti dalla piscina.

    A seconda dei sintomi che si manifestano possiamo adottare delle soluzioni specifiche. Contro gli occhi arrossati e gonfi è opportuno utilizzare acqua potabile per risciacquarli ed, eventualmente, ricorrere anche ad un collirio. Contro gli sfoghi cutanei, oltre a risciacquare immediatamente la pelle, può essere utile anche l’applicazione di una crema cortisonica.

    Inoltre a disposizione si hanno vari antistaminici, che, però, sono soltanto sintomatici e quindi non servono a risolvere il problema in modo definitivo, ma soltanto ad attenuare la sensazione di bruciore e di prurito sulla pelle. Può essere utile, sempre in via preventiva, utilizzare delle scarpe a protezione dei piedi, quando ci si muove negli spazi intorno alle vasche.

    505

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Allergie
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI