Allergia al bagnoschiuma: sintomi, cause e rimedi

Allergia al bagnoschiuma: sintomi, cause e rimedi
da in Allergie
Ultimo aggiornamento: Domenica 10/04/2016 08:10

    Bagnoschiuma

    Allergia al bagnoschiuma? I sintomi, le cause ed i rimedi per risolvere il problema della dermatite allergica possono essere diversi. Sempre più persone soffrono di intolleranze a sostanze di vario genere e natura: si può trattare di allergie alimentari, ma anche da contatto ed i sintomi variano da soggetto a soggetto. Non bisogna trascurare i primi campanelli di allarme quando si parla di allergie, perché le conseguenze potrebbero essere anche gravi. Alcune persone accusano reazioni allergiche ai bagnoschiuma: ecco, quindi, alcuni dei sintomi tipici, alcune delle cause e dei rimedi per i soggetti allergici colpiti.

    I sintomi

    Alcuni prodotti cosmetici – fra i quali, anche i bagnoschiuma per il corpo, gli shampoo per i capelli ed i saponi per le mani – possono causare sintomi allergici. Generalmente, si manifestano sintomi – come accade anche per l’allergia ai detersivi - come arrossamenti, macchie, eruzioni cutanee, gonfiori, prurito, dolore, orticaria, irritazioni agli occhi o secchezza della pelle in determinate parti del corpo che, però, nei casi più gravi, possono estendersi ulteriormente e comprendere anche difficoltà respiratorie.

    Le cause

    Le cause dell’allergia al bagnoschiuma – e, in generale, ai prodotti cosmetici – sono da ricercare nella loro composizione: questi prodotti contengono, quasi sempre, sostanze chimiche dannose per la salute, oltre che per l’ambiente. Alcuni di questi componenti dannosi per la pelle sono: Diethanolamine (DEA), Triethanolamine (TEA), Diazolidinyl Urea, Imidazolidinyl Urea, Sodium Lauryl, Laureth Sulfate e Petrolatum; alcuni di essi contengono formaldeide – nota sostanza tossica – o altri componenti aggressivi derivati, ad esempio, dal petrolio. Il primo metodo per difendersi è quello di leggere attentamente l’etichetta dei prodotti che si acquistano, cercando di scegliere prodotti di bellezza che siano totalmente naturali ed evitando quelli colorati o troppo profumati. Imparare a leggere le etichette è un modo fondamentale per difendersi: non tutti, ad esempio, sanno che l’estratto di cocco è spesso spacciato per naturale ma è, in realtà, una sostanza chimica che lo ricorda; il vero cocco compare con la dicitura “olio di cocco”. Inoltre, più i prodotti producono schiuma e più è probabile che siano ricchi di tensioattivi.

    I rimedi

    Per curare le reazioni allergiche si utilizzano, solitamente, appositi farmaci a base di cortisone – in crema o in pillole – o antistaminici e, in caso di allergie più gravi, è bene rivolgersi il più velocemente possibile ad un medico. Esistono anche dei rimedi naturali efficaci per ridurre il prurito ed i disturbi legati all’allergia: potete provare, ad esempio, ad idratare la pelle con camomilla, olio d’oliva o aloe vera, attenuando il fastidio con del lievito in polvere. In alternativa, potete versare una tazza di farina d’avena all’interno della vasca da bagno piena di acqua tiepida. I metodi naturali non finiscono, però, qui: in erboristeria, potete trovare la radice gialla, di chaparral e di tarassaco che, unite, attenuano le eruzioni cutanee. Infine, evitate di coprire la parte con indumenti pesanti e, se l’irritazione provoca calore, si può bagnare la parte con dell’acqua fredda. In ogni caso, non dimenticate che è sempre bene rivolgersi ad un dottore nel caso di allergia: occorre, infatti, capire l’allergene che scatena la reazione per correre ai ripari ed evitare rischi inutili, facendo degli appositi esami.

    669

    LEGGI ANCHE