Allattamento: Ministero della Salute promuove una campagna

L'allattamento al seno fa bene alla mamma e al bambino, ma al Sud, soprattutto in Sicilia e Campania c'è ancora da lavorare: parte la campagna del Ministero della salute "Il latte di mamma non si scorda mai"

da , il

    Campagna di promozione allattamento al seno

    “Il latte di mamma non si scorda mai”: è questo lo slogan della campagna promossa dal Ministero della Salute per promuovere l’allattamento al seno. La campagna, presentata ufficialmente ieri, si rivolge in particolare alle mamme del Mezzogiorno, campane e siciliane in particolare: secondo dati Istat, infatti, è il sud d’Italia il fanalino di coda nell’allattamento al seno.

    Eppure l’allattamento naturale è importante: il latte materno è l’alimento migliore per il bambino, completo e protettivo, e la gestualità legata alla poppata dal seno è importante sia per la mamma sia per il piccolo, perché permette di mantenere il legame straordinario e strettissimo tra i due, stabilito durante la gravidanza. Anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda l’allattamento materno esclusivo per almeno i primi sei mesi di vita del bambino, e proseguendolo fino ai due anni e oltre, quando possibile.

    In occasione dell’imminente Festa della Mamma, parte quindi un tour, che durerà dal 9 al 16 maggio e toccherà Napoli, Caserta, Messina e Palermo: un camper allestito con l’immagine e i messaggi della campagna, farà sosta nelle principali piazze promuovendo l’allattamento al seno attraverso la distribuzione di materiale informativo e attività si sensibilizzazione sul tema.

    Pediatri, neonatologi e ostetriche incontreranno le mamme per consulenze, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Sono inoltre previsti momenti formativi e di aggregazione per le mamme (mostre e convegni) e attività di intrattenimento per i più piccoli.

    Questo il calendario del tour: 9 maggio, Napoli, Villa Comunale; 10 maggio, Napoli, Piazza Dante, e Caserta, Piazza Vanvitelli; 13 maggio, Messina, Piazza Duomo; 15-16 maggio, Palermo, piazza Castelnuovo.

    Foto: Ministero salute