Alimenti aproteici: a cosa servono e quali sono

Gli alimenti aproteici: vediamo a cosa servono e quali sono. Un regime alimentare ricco di proteine può costituire un problema per i reni.

da , il

    alimenti aproteici a cosa servono quali sono

    Alimenti aproteici: a cosa servono? Quali sono? Un regime alimentare troppo ricco di proteine può mettere a dura prova il fegato e i reni. Per questo uno dei rimedi utili consiste nel trovare una dieta leggera e capace di ridurre l’attività dei reni. Zucchero, pasta e pane con farine raffinate, grassi animali costringono il nostro organismo ad un lavoro molto faticoso: per questo bisognerebbe ridurre le proteine, sostituendo i cibi ricchi di queste sostanze con altri più benefici. Vediamo, nello specifico, in quali casi è utile affidarsi ad una dieta aproteica e quali alimenti preferire.

    Perché sono utili i cibi aproteici

    perche sono utili alimenti aproteici

    Una dieta a basso contenuto di proteine potrebbe essere utile in caso di diverse malattie del metabolismo. Il regime alimentare da seguire naturalmente varia in base alla situazione di salute del singolo individuo, ma chi deve attenersi ad una dieta aproteica dovrebbe in generale bandire il consumo di carne, di pesce, di pasta, di cereali e di prodotti da forno. Secondo le analisi della Società Italiana di Nefrologia, un cittadino italiano su dieci soffre di malattie renali croniche. Il fegato e i reni svolgono un compito fondamentale nel nostro corpo, ma la loro attività di filtro capace di eliminare le scorie può essere messa a dura prova da un’alimentazione sbagliata. Una dieta aproteica può ritardare l’insufficienza renale cronica e ridurre della metà la percentuale del rischio di morte renale. Seguendo un regime dietetico di questo tipo la funzionalità dei reni viene prolungata fino al 41%.

    L’insufficienza renale cronica

    insufficienza renale cronica alimenti aproteici

    Il ruolo dei reni è molto delicato: un affaticamento che deriva da un’alimentazione non equilibrata potrebbe portare ad un loro invecchiamento preoce. I reni devono ripulire il sangue dalle sostanze di scarto prodotte per l’alimentazione o dalle nostre cellule. Questi organi sono perfettamente in grado di capire se devono conservare nell’organismo delle sostanze o se devono invece eliminarle. Ogni rene è composto da un milione di nefroni, formati a loro volta da numerosi vasi sanguigni. Il sangue attraversa questo glomerulo di vasi e viene depurato: è così che si forma l’urina. I reni riescono a filtrare 180 litri di sangue quotidianamente. Quando il lavoro dei nefroni diventa pesante, questi ultimi possono ammalarsi e il processo costringe gli altri nefroni a svolgere un lavoro eccessivo: un circolo vizioso che potrebbe risultare pericoloso anche per i nefroni sani. Si parla, quindi, di insufficienza renale cronica quando si verifica una riduzione irreversibile e graduale della funzionalità dei reni.

    La differenza tra cibi aproteici e ipoproteici

    differenza alimenti aproteici ipoproteici

    Entrambi i tipi di alimenti sono utili per chi deve seguire un’alimentazione con un basso apporto di proteine. I cibi aproteici hanno un contenuto di proteine inferiore o uguale all’1%, quelli ipoproteici maggiore dell’1% e inferiore al 2%. Una dieta di questo tipo è necessaria in caso di insufficienza renale, di aminoacidopatia metabolica e di morbo di Parkinson, perché può rendere più lento lo sviluppo del danno ai reni. Esistono alcuni prodotti studiati appositamente per chi ha la necessità di seguire una dieta aproteica. In farmacia si possono acquistare, ad esempio, pane, pasta e biscotti aproteici, di diverse marche e con prezzi differenti. Vediamo, inoltre, un elenco dei cibi aproteici che possiamo trovare comunemente al supermercato.

    Olio

    olio alimenti aproteici

    Tra i cibi aproteici troviamo l’olio (d’oliva, di cocco, di semi di sesamo e di semi di mais). Il contenuto di proteine è pari a 0.

    Aceto

    aceto alimenti aproteici

    L’aceto distillato e quello di mele non hanno un contenuto proteico, quello balsamico presenta 0,5 grammi di proteine in 100 grammi di prodotto.

    Burro

    burro alimenti aproteici

    Il burro può essere considerato uno degli alimenti aproteici: contiene 0,9 grammi di proteine in 100 grammi di prodotto.

    Mela

    mela alimenti aproteici

    La mela, dalle numerose proprietà benefiche, ha 0,3 grammi di proteine in 100 grammi di frutto.

    Pesca

    pesca alimenti aproteici

    Anche le pesche rientrano nell’elenco della frutta con un basso contenuto di proteine. Questi frutti hanno 0,9 grammi di proteine in 100 grammi di prodotto.

    Anguria

    anguria alimenti aproteici

    In 100 grammi di anguria sono contenuti 0,6 grammi di proteine.

    Vino

    vino alimenti aproteici

    Il vino, rosso, bianco o da tavola, ha un contenuto di proteine molto basso: 0,1 grammi in 100 grammi di bevanda.