NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Alimentazione: stroncata mega truffa alimentare, gravi i danni per la salute

Alimentazione: stroncata mega truffa alimentare, gravi i danni per la salute
da in Alimentazione, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    Carabinieri

    Sconcertante la notizia secondo la quale sarebbe stata scoperta una maxi truffa alimentare per un traffico di formaggi proveniente dalla Spagna e importati anche in Italia, lavorati ricavando dagli scarti di lavorazione i prodotti caseari e facendoli poi reagire con sostanze chimiche adatte a migliorarne la qualità e soprattutto la palatabilità. A rendere più grave il tutto, il fatto che tali prodotti alimentari, una volta giunti a Napoli da Ceuta, una città spagnola, venivano inviati ad insospettabili aziende italiane che li avrebbero posti tranquillamente in vendita.

    A scoprire il raggiro e la frode alimentare, causa anche di un notevole danno economico ed erariale ma che soprattutto rappresentava una grossa minaccia per la salute pubblica, i Carabinieri delle Politiche agricole che sono intervenute prima che si portasse in atto la frode.

    Le merci contraffatte e sequestrate ammontano a 90 tonnellate e hanno portato dietro le sbarre tre persone facenti parte della societas criminale italo-spagnola e deferito all’Autorità Giudiziaria qualcosa come 16 persone che, a vario titolo, sono state denunciate per frode alimentare, tutti originari o residenti a Nocera Inferiore. Da segnalare la presenza di elementi di spicco della criminalità organizzata che partecipavano ai reati contestati, così come le indagini dei Carabinieri si sono anche spostate in tutto il piacentino dove parrebbe certo il coinvolgimento di un’azienda locale che, alla stregua dell’associazione malavitosa campana, importava direttamente i prodotti dalla Spagna.

    Gravissimi i rischi per la salute qualora il traffico criminale non fosse stato bloccato; tossinfezioni, allergie e gravi infezioni gastriche quelle più probabili; per non contare che non conoscendo nei dettagli le sostanze chimiche entrate a far parte dei prodotti, non è possibile stabilire con esattezza eventuali altri problemi anche serissimi alla salute in chi avrebbe consumato i prodotti.

    “Come abbiamo annunciato – si legge in una nota del Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia – continueremo con controlli a tappeto su tutta la filiera agroalimentare per colpire chi mette in pericolo la salute dei cittadini.

    Per questi criminali ci sarà tolleranza zero”. Fondamentale, nelle operazioni dei militari del reparto specializzato dell’Arma alle dipendenze funzionali del Mipaaf, è stato il contributo dell’OLAF, l’Ufficio Europeo per la Lotta Antifrode, che ha monitorato gli acquisti e le cessioni di prodotti lattiero caseari in tutta Europa. “A loro – ha detto Zaia – e ai nostri militari va il mio plauso per il successo dell’operazione che ha consentito di scoprire un ignobile traffico di cibi contraffatti o di pessima qualità. Mi auguro che ora la giustizia faccia rapidamente il suo corso. Chi ha speculato sulla testa dei consumatori italiani ed europei, chi ha sfruttato l’autorevolezza del marchio made in Italy e quindi il lavoro di tanti imprenditori onesti, dovrà essere punito come merita e al più presto”.

    493

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazionePrimo Piano
    PIÙ POPOLARI