10 falsi miti su dieta e alimentazione

10 falsi miti su dieta e alimentazione
da in Alimentazione, News Salute
Ultimo aggiornamento: Martedì 26/01/2016 10:58

    luoghi comuni alimentazione

    Quando si parla di alimentazione, tanti luoghi comuni diffusi vanno sfatati. Vediamo quali. Alcune credenze in ambito alimentare sono vere, ma la maggior parte sono completamente false o superate dalla ricerca scientifica. Ciò che le rende talvolta credibili è il fascino della saggezza popolare, che ha influenzato le abitudini alimentari e i comportamenti nel tempo, nonchè la pubblicità che spesso invita ad un’educazione alimentare non corretta.

    1- La carne rossa per l’anemia
    carne rossa anemia

    Uno studio italiano del mese scorso condotto su un campione di 460 persone, ha evidenziato come il 75% degli italiani intervistati fosse convinto che la carne rossa contenesse ferro (a discapito di quella bianca) e che, pertanto, solo la prima dovesse essere consumata in caso di anemia. Una convinzione infondata: se il vitello, infatti, contiene 1.2mg/100g, il coniglio ne contiene anch’esso 1.1mg/100g.

    2- Lo zucchero di canna contiene poche calorie
    zucchero canna calorie

    Sempre dallo stesso studio è emerso come gli italiani pensino che lo zucchero di canna contenga molte meno calorie rispetto a quello bianco. In realtà la differenza tra i due tipi è davvero minima (380 Kcal per ogni 100g di zucchero di canna contro 392 kcal per ogni 100g di zucchero bianco).

    3- Il pane integrale è dietetico
    Brötchen 30

    L’apporto calorico tra pane integrale e pane di tipo 0 è quasi identico (243kcal per ogni 100g per il pane integrale contro 257 kcal per ogni 100g quello di tipo0). L’uso dell’alimento integrale non deve essere prediletto per la semplice riduzione calorica, quindi. Semmai per aumentare la quantità di fibre consumate quotidianamente, favorendo così la motilità intestinale e l’assorbimento dei grassi e per migliorare la pressione.

    4- Il pesce fa bene alla memoria
    pesce memoria

    Altra credenza diffusa è che il pesce sia l’alimento maggiormente ricco di fosforo, utile quindi per la memoria. In realtà esistono degli alimenti che ne contengono quantità decisamente maggiori (ad esempio le noci, le nocciole, la frutta secca, i cereali integrali, i legumi, i formaggi, la carne, l’olio di oliva, le uova e lo yogurt).

    5- Eliminare i grassi per dimagrire
    fritture grasse

    Un altro luogo comune è che per dimagrire si debbano eliminare i grassi. Ormai tutti gli esperti sono concordi nel sostenere che questa teoria è infondata. I grassi, infatti, sono un gruppo di macronutrienti fondamentali per la salute: oltre a svolgere una funzione energetica sono componenti delle membrane cellulari.

    6- Esistono formaggi magri
    formaggio_magro

    La credenza che i formaggi vengono distinti in magri e grassi è anch’essa del tutto errata: non ne esistono di magri. Infatti, tutti i tipi di formaggi contengono un’elevata percentuale di grassi ,che può variare in base al tipo di latte usato, alle tecniche di preparazione e alla stagionatura.

    7- Pasta e dieta non vanno d’accordo
    pasta ingrassa

    Associare la pasta all’aumento di peso e al grasso in eccesso è sbagliato. Essa, infatti, apporta preziosi carboidrati, necessari in ogni dieta equilibrata. La cosa fondamentale è non associarla a sughi troppo elaborati o a condimenti eccessivamente pesanti.

    8- Saltare i pasti fa dimagrire
    saltare pasti dimagrire

    Saltare i pasti rallenta il metabolismo, rendendo paradossalmente più difficile il dimagrimento. Inoltre, è un’abitudine poco salutare e deleteria per il fisico. Se mangiamo pochissimo o nulla a pranzo poi la sera rischiamo di ingerire una quantità esagerata di calorie.

    9- I cibi “light” sono privi di calorie
    alimenti light calorie

    I cibi light non sono assolutamente privi di calorie, bensì ne contengono mediamente il 30% in meno. Spesso, inoltre, sono ricchi di additivi e conservanti che risultano essere particolarmente nocivi per la salute. Infine, la convinzione che il numero di calorie assorbite sia minimo induce la mente a mangiare quantitativi maggiori di cibo.

    10- Un gelato sostituisce un pasto
    gelato per pasto

    Una coppa gelato può apportare anche numeri elevati di calorie, ma a livello nutrizionale non può rappresentare un pasto completo. E’ meglio concedersi una pallina (preferibilmente alla frutta) come spuntino, saltuariamente.

    1050

    LEGGI ANCHE