NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Alimentazione: più pesce alle donne in gravidanza!

Alimentazione: più pesce alle donne in gravidanza!

Il pesce in gravidanza è rischioso? Bando ai vecchi timori, le future mamme dovrebbero fare il pieno di omega 3 per tutelare la salute del nascituro e prevenire alcune malattie neurologiche

da in Alimentazione, Benessere, Cervello, Dieta, Disturbi comportamentali, Gravidanza, Omega 3, Salute Donna
Ultimo aggiornamento:

    il pesce in gravidanza fa bene

    Gravidanza, qual è la dieta migliore? I nutrizionisti consigliano un’alimentazione varia, ricca di alimenti salutari, ma gli esperti inglesi assicurano: il vero protagonista della dieta durante i nove mesi di gravidanza dovrebbe essere il pesce. Infatti, un consumo regolare di pesce, almeno due porzioni ogni settimana, è la strategia migliore per tutelare la salute del nascituro, prevenendo la comparsa di problemi neurologici nel piccolo.

    Ecco quanto sostengono alcuni nutrizionisti del Regni Unito, secondo il Daily Telegraph. Tutto merito dei ben noti Omega 3, di cui il pesce è ricco, ottimi alleati della prevenzione di alcuni disturbi del comportamento del bambino.

    Tesi in piena controtendenza: fino a ora, gli esperti di alimentazione si sono sempre divisi sulla quantità di pesce consigliata alle gestanti. La ragione della cautela è la possibilità che le carni dei pesci possano contenere sostanze inquinanti.

    La svolta si deve alla conferenza della Royal Society of Medicine, durante la quale gli esperti britannici hanno assicurato: i benefici legati al consumo regolare del pesce durante la gestazione sono maggiori rispetto ai possibili rischi.

    La bilancia rischi-benefici, quindi, pesa a favore dei pregi degli Omega 3, secondo gli studiosi inglesi, che sottolineano la presenza di evidenze scientifiche a supporto della loro tesi. Una buona dose di pesce alla mamma, quando il piccolo è ancora nel pancione, potrebbe significare migliori performance del suo intelletto e del suo cervello in vita.

    Uno studio scientifico recente, presentato durante la conferenza, ha dimostrato la correlazione positiva tra l’alimentazione ricca di Omega 3 e la diminuzione delle probabilità di sviluppare uni disturbo del comportamento come la sindrome da deficit di attenzione e iperattività, Adhd.

    Immagine tratta da: buttalapasta.it

    356

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBenessereCervelloDietaDisturbi comportamentaliGravidanzaOmega 3Salute Donna
    PIÙ POPOLARI