Alimentazione: meno carne rossa per ridurre le malattie e proteggere l’ambiente

Alimentazione: meno carne rossa per ridurre le malattie e proteggere l’ambiente

La carne rossa spesso è stata additata come nemica del nostro corpo

da in Alimentazione, Apparato Cardiovascolare, Cancro, Carne, Malattie cardiovascolari, Primo Piano, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    carne rossa

    La carne rossa spesso è stata additata come nemica del nostro corpo. Ma ora non solo la riduzione di consumo aiuterebbe a prevenire malattie cardiovascolari e cancro, secondo uno studio condotto negli Stati Uniti aiuterebbe anche l’ambiente. Pare agisca sui cambiamenti climatici di cui siamo vittime in questi ultimi anni.

    È quanto affermano gli esperti del World Cancer Research Fund e dell’American Institute for Cancer Research che suggeriscono che chi mangia carne rossa non dovrebbe assumerne più di 500 g a settimana. Per prima cosa, questo ridurrebbe il rischio di sviluppare diverse patologie a carico dell’apparato cardiocircolatorio e il cancro. Ma non solo: aiuterebbe anche a ridurre i fattori che influenzano il cambiamento climatico in atto.

    Pare inoltre che diverse malattie infettive e la salmonellosi siano collegate agli allevamenti intensivi di animali e vanno sotto il nome di zoonosi, cioè malattie che possono essere trasmesse dagli animali all’uomo.

    Senza contare le conseguenze che il riscaldamento globale ha sulla salute delle persone: stress da rialzo termico, problemi respiratori e altri.

    218

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneApparato CardiovascolareCancroCarneMalattie cardiovascolariPrimo PianoRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI