Alimentazione: mangiar meno per vivere di più

Alimentazione: mangiar meno per vivere di più

Che mangiare poco possa contribuire alla propria longevità è cosa ormai risaputa

da in Alimentazione, Dieta, Longevità, News Salute, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    Dieta

    Che mangiare poco possa contribuire alla propria longevità è cosa ormai risaputa. Da molti anni popolazioni come i Giapponesi dell’Isola di Okinawa vengono studiati proprio perchè in salute eccellente. Pare, infatti, mangino poco. Oggi, però, è arrivata un’ulteriore conferma da uno studio dell’University of Wisconsis-Madison.

    Poche calorie e anni in più di vita. Un legame che sembra stringersi sempre di più, almeno a giudicare dallo studio condotto dall’University of Wisconsin-Madison, diretto da Richy Colman e pubblicatosulla rivista Science. I ricercatori hanno deciso di utilizzare le scimmie per provare questa relazione tra cibo e anni di vita. Hanno spiegato cosi la loro scelta: a differenza di altre specie animali, le scimmie sono molto simili all’uomo biologicamente e quindi i risultati più fedeli all’obiettivo della ricerca.

    Le scimmie sono state divise in due gruppi: il primo mangiava a piacimento, il secondo seguiva una dieta controllata.

    Dopo 20 anni di osservazione, tutte le scimmie che avevano mangiato molto erano morte, mentre le compagne messe a dieta erano vive e in ottima salute. Sulla base di questo studio, il dottor Colman e la sua equipe ha rilevato che seguire una dieta ipocalorica e nutriente assicura la longevità. Non solo, ci preserva da malattie tipiche della terza età come quelle cardiovascolari o il cancro.

    267

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneDietaLongevitàNews SaluteRicerca Medica
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI