Alimentazione: latte crudo, rischio intossicazioni alimentari

È allarme latte crudo

da , il

    alimentazione latte crudo intossicazioni alimentari

    L’alimentazione che include il latte crudo è soggetta al rischio di intossicazioni alimentari. A fare il punto sulla situazione è l’Aduc, che prende in considerazione quella che ormai si può definire tutti effetti una moda o una tendenza, la quale rischia di mettere in pericolo la nostra salute. Si tratterebbe di un vero e proprio allarme da non trascurare.

    In tema di alimentazione di certo latte e latticini sono i protagonisti della dieta corretta. I vantaggi che questi alimenti possono portare alle nostre condizioni di salute sono tanti. Ad esempio è stato dimostrato che gli adulti dovrebbero includere nella loro alimentazione una tazza di latte al giorno per un adeguato apporto di calcio. Attenzione però al latte crudo, il quale potrebbe essere la causa di infezioni, a causa dei batteri in azione per la mancata cottura.

    Gli esperti dell’Aduc a questo proposito hanno spiegato:

    Ovvio che si può bere latte crudo, ma i bovini, le stalle, la mungitura e la conservazione devono essere a prova di igiene. Se questi procedimenti non sono garantiti, è possibile prendersi una infezione che può essere particolarmente pericolosa per donne incinte, bambini, anziani e persone con sistema immunitario indebolito.

    La conseguenza può essere un’intossicazione alimentare, che dà sintomi come dolori addominali, diarrea, vomito, mal di testa e febbre. Per evitare questi pericoli è meglio ricorrere al latte pastorizzato o bollire il latte magari per cinque minuti. D’altronde l’igiene in campo alimentare non va affatto trascurata, se vogliamo creare tutte quelle condizioni che contribuiscono alla determinazione del nostro benessere generale.