Alimentazione: la dieta mediterranea sullo smartphone

Alimentazione: la dieta mediterranea sullo smartphone

E' tutta italiana l'app per iPhone pensata per imparare a mangiare correttamente secondo i principi della dieta mediterranea: ed è anche testata scientificamente

da in Alimentazione, Benessere, Calorie, Dieta, Dieta mediterranea, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    dieta mediterranea smartphone iphone

    Con il telefono, o meglio con lo smartphone, oggi è davvero possibile fare di tutto, anche mettersi a dieta o per lo meno imparare a nutrirsi in maniera più corretta. È nata, infatti, un’applicazione, specifica per l’iPhone, tutta italiana, che insegna a mangiare secondo i dettami della dieta mediterranea, considerata tra i regimi alimentari più salutari e dalle note virtù benefiche.

    L’applicazione, che si chiama Mètadieta mobile (e si può acquistare su iTunes), è stata messa a punto da Giacomo Vespasiani, già presidente dell’Associazione Medici Diabetologi, proprio per aiutare quanti desiderino seguire un regime alimentare più equilibrato e salutare, con un occhio anche alla linea, in base proprio al modello della dieta che è appena stata proclamata patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

    “Si tratta di uno strumento che ha come principale obiettivo quello di aiutare chi vuole imparare a comprendere il valore nutrizionale di ciò che sta mangiando” spiega l’ideatore. “Mètadieta mobile sfrutta tutta l’esperienza della telemedicina nel diabete, condizione in cui è essenziale per la persona conoscere la composizione quali-quantitativa di ciò che si mangia per aggiustare di conseguenza l’insulina da iniettarsi”.

    Il funzionamento è piuttosto semplice: grazie a fotografie che illustrano i piatti in tre differenti porzioni (small, medium o large) si può registrare sul telefono quello che si sta mangiando, pasto dopo pasto. Basta, poi, toccare con un dito l’immagine di quello che si sta mangiando per ottenere il quantitativo di calorie, grassi, proteine, carboidrati e altri nutrienti presenti nel piatto.


    L’applicazione, inoltre, permette di combinare i dati con gli altri pasti della giornata e, grazie a una barra semaforica, indicare se si è in linea o se si sta esagerando rispetto al proprio profilo alimentare, ottenendo anche consigli per rimediare al pasto successivo. E se non si è consumata l’intera porzione, è possibile modificarla, proprio grazie alla tecnologia iPhone (per esempio “tagliando “ a metà con il dito una pizza non interamente consumata, come si vede nella foto qui sopra), in modo da avere sempre i corretti valori nutrizionali.

    Molte sono oggi le “app” dedicate al mondo della salute, che si possono scaricare per il proprio smartphone: non dimenticate che potete mantenervi informati anche con Tantasalute, scaricando gratuiamente l’appostica applicazione Nanopress. Metadieta mobile, in particolare, è stata anche testata scientificamente, come spiega Vespasiani: “Il sistema è stato sperimentato nello studio STAR, compiuto su 120 persone, pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Diabetes Technology & Therapeutics, e ha dimostrato come, oltre a dimagrire, le persone che lo hanno usato siano passate in 6 mesi da una dieta mediterranea attuata dal 14,4% del campione al 69,8%”.

    554

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBenessereCalorieDietaDieta mediterraneaPrimo Piano
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI