Alimentazione: il caffè sveglia davvero?

Alimentazione: il caffè sveglia davvero?

Il caffè una sana abitudine mattutina, e non solo, per la maggior parte degli italiani: uno studio inglese rivela che la caffeina non sveglia davvero e non migliora la soglia di attenzione

da in Alimentazione, Benessere, Caffe', Cervello, Dieta, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    il caffè non sveglia davvero

    Un caffè è davvero quello che ci vuole per cominciare la giornata? Forse sì, sono pochissimi gli italiani che sanno rinunciare al rito della tazzina di caffè ogni mattina. Un’abitudine per molti, ma, secondo una recente ricerca scientifica, il caffè non è davvero in grado di svegliare l’organismo dal torpore notturno. La notizia arriva dal Regno Unito.

    Un gruppo di scienziati britannici ha sfatato un mito milleario: il caffè non è in grado di rendere più svegli, la necessità di bersi un espresso nasce dall’astinenza da caffeina, non da un vero potere della sostanza. La rivelazione è di un ricerca, condotta da un gruppo di esperti dell’Università di Cardiff e pubblicata sulla rivista Neuropsychopharmacology.

    Lo studio inglese, che ha coinvolto 379 persone, ha dimostrato un’evidenza che non farà piacere agli amanti del genere: chi beve il caffè regolarmente, soprattutto al mattino, non è più sveglio e reattivo rispetto a chi non lo beve. Infatti, sembra proprio che siano gli appassionati della bevanda scura ad aver bisogno di assumere costanti quantità di caffeina per ingranare e raggiungere la stessa soglia di attività degli altri.

    Insomma: l’organismo chiede la caffeina per svegliarsi, ma solo per una sorta di abitudine e non per una reale esigenza fisica.

    Al campione di soggetti sotto osservazione è stato tolto il caffè per circa 16 ore, trascorse le quali a metà del gruppo è stato somministrato un quantitativo di caffeina, mentre agli altri un placebo. La conferma dell’assenza di una vera correlazione tra caffeina e soglia di attenzione arriva dai test proprio sull’attenzione e la memoria: tutti i soggetti, di entrambi i gruppi, hanno riportato risultati simili, quasi sovrapponibili, senza evidenti discrepanze tra le persone che hanno assunto la caffeina e quelle che hanno avuto il placebo. Forse, quindi, la tazzina di caffè è un piacere per la mente e per lo spirito, ma non proprio la carica necessaria per cominciare la giornata? Pare, proprio di sì, secondo i ricercatori inglesi.

    Immagine tratta da: vecchianapoli.it

    396

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBenessereCaffe'CervelloDietaRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI