Alimentazione: i panificatori milanesi riducono il sale dai loro prodotti

Alimentazione: i panificatori milanesi riducono il sale dai loro prodotti

Drastica riduzione del sale da cucina dal pane prodotto a Milano, poi toccherà alle altre città lombarde, lo vogliono le istituzioni della Lombardia per prevenire malattie cardiache

da in Alimentazione, Infarto, Ipertensione, Malattie
Ultimo aggiornamento:

    Riduzione-del-sale-nel-pane-venduto-a-Milano

    Un’iniziativa importante quella promossa nell’ambito del Tavolo di Filiera Agroalimentare dalla Direzione regionale Sanità, in collaborazione con la Direzione Commercio, Fiere e Mercati e le associazioni di rappresentanza del comparto commerciale – Unione Regionale Panificatori Lombardia, Confcommercio Imprese per l’Italia Lombardia e Confesercenti regionale che, al grido «Con meno sale nel pane c’è più gusto e guadagni in salute» prevede una minore quantità di sale nel pane venduto quotidianamente.

    Il fine che si prefiggono queste Organizzazioni è quello di combattere l’ipertensione arteriosa e, dunque, le malattie cardiovascolari a cominciare dalla prevenzione in tavola prevedendo una quantità più ridotta nell’alimento principe italiano, il pane. Per adesso l’iniziativa è in via del tutto sperimentale, riguardando appena 130 panificatori di Milano che diminuiranno, mediamente del 2% la quantità di sale nel prodotto venduto, successivamente analoga iniziativa verrà estesa agli altri panificatori lombardi.

    «La riduzione dell’assunzione di sale con la dieta – ricorda l’assessore alla Sanità, Luciano Bresciani – è un obiettivo di salute di estrema importanza: un consumo eccessivo determina un aumento della pressione che a sua volta aumenta il rischio di insorgenza di gravi malattie, come l’infarto e l‘ictus». Il progetto punta a dare il buon esempio per una migliore qualità della vita, anche con il coinvolgimento dei settori produttivi in un’ottica di sussidiarietà. «La Lombardia – aggiunge Bresciani – è la prima Regione ad attuare gli accordi nazionali stipulati con le associazioni di rappresentanza dei panificatori nell’ambito del programma “Guadagnare salute”, promosso dal Ministero della Salute.

    L’auspicio è che questo progetto, superata la fase sperimentale, si diffonda stabilmente in tutto nostro territorio».

    313

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneInfartoIpertensioneMalattie
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI