Alimentazione e scuola: il menu scolastico diventa a “Km 0″

Alimentazione e scuola: il menu scolastico diventa a “Km 0″

La sana alimentazione, 100% genuinità, tradizione, gusto e territorialità arriva tra i banchi di scuola e, per la precisione, nelle mense scolastiche: il menu a scuola diventa a Km 0

da in Alimentazione, Bambini, Mangiar Sano, Scuole
Ultimo aggiornamento:

    Il menu scolastico diventa a km 0

    Manca ancora un mese abbondante alla riapertura delle scuole e al rientro degli alunni tra i banchi dopo la lunga pausa estiva, ma sembra già ufficiale che, insieme ai ragazzi, nelle scuole italiane entrerà anche un menu tutto nuovo. Infatti, a settembre arriverà nelle mense scolastiche il menu a Km 9, elaborato secondo i principi dell’alimentazione sana, equilibrata, ma, soprattutto, in liena con la territorialità e la stagionalità dei prodotti.

    Una scuola del “mangiar bene” all’interno dei più tradizionali istituti scolastici, con un occhio di riguardo alle tradizioni gastronomiche del territorio di appartenenza, per insegnare, anche ai più piccoli, l’importanza delle tradizioni, della propria storia, raccontata anche attraverso i prodotti genuini da portare in tavola e la sicurezza alimentare da garantire.

    Coldiretti sottolinea l’importanza della novità, contenuta nelle nuove linee guida per la ristorazione scolastica fissate dal Ministero della Salute, perché “contribuisce ad arricchire e qualificare l’offerta delle mense, ma anche per favorire la conoscenza e l’integrazione nei propri territori di residenza delle nuove generazioni, di vecchi e nuovi italiani”.

    Tutto lo Stivale è ricco di prodotti tipici importanti, l’Italia ha un vero e proprio patrimonio di biodiversità che devono essere rispettate: 4511 prodotti agroalimentari tradizionali, frutto delle regole di coltivazione e lavorazione tradizionali tradamandate nel corso delle generazioni.

    “A prevalere tra le specialità salvate dall’estinzione sono i 1.362 diversi tipi di pane, pasta e biscotti, seguiti da 1.263 verdure fresche e lavorate, 748 salami, prosciutti, carni fresche e insaccati di diverso genere, 461 formaggi, 154 bevande tra analcoliche, liquori e distillati e 150 prodotti di origine animale (miele, lattiero-caseari escluso il burro, ecc.)” ricorda Coldiretti.

    344

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBambiniMangiar SanoScuole
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI