Alimentazione e salute: vino, alleato del cervello, in piccole dosi

Bere alcolici e, in particolare, il vino, in quantità moderate può essere davvero una sana abitudine: un bicchiere di vino un paio di volte la settimana migliora le funzioni cognitive

da , il

    Vino, toccasana per il cervello

    Niente di meglio di un buon bicchiere di vino, non solo per accompagnare al meglio le prelibatezze gatronomiche e per godersi una bella serata in compagnia. La bevanda preferita da Bacco è anche un ottimo alleato della salute, oltre che del gusto. Vino, toccasana per l’organismo? Sì, soprattutto per il cervello, almeno stando alle ultime evidenze scientifiche: secondo uno studio statunitense, infatti, il vino, in quantità moderate, favorisce lo sviluppo delle funzioni cognitive cerebrali.

    Assumere piccole quantità di alcolici, soprattutto vino, è la strategia migliore per fovorire lo sviluppo, da parte del cervello, delle sue principali funzioni cognitive. Ecco quanto è emerso dallo studio realizzato dalla Boston University Medical Center, che è stato pubblicato sulla rivista scandinava Acta Neurologica.

    Gli esperti a stelle e strisce hanno realizzato la sperimentazione coinvolgendo un campione ampio, di circa cinque mila soggetti, uomini e donne, residenti in una regione del nord della Norvegia, con un’età media di 58 anni, in buono stato di salute e senza patologie cardiovascolari.

    Dopo aver monitorato e analizzato, attraverso test specifici, le capacità cognitive delle persone coinvolte, per un periodo di tempo di circa sette anni, gli scienziati statunitensi hanno evdenziato gli effetti benefici del vino sulle funzionalità cerebrali. Il vino fa bene al cervello? Secondo i risultati dello studio d’oltreoceano, sì e, soprattutto, alle donne, che hanno riportato i vantaggi più rilevanti. Per le esponenti del gentil sesso coinvolte nella ricerca, che bevevano, in media, il vino due o più volte la settimana, in quantità moderate, il punteggio rilevato durante i test sulle capacità cognitive è stato sempre superiore rispetto agli altri.