NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Alimentazione: con le immagini il bambino mangia

Alimentazione: con le immagini il bambino mangia

I bambini spesso fanno i capricci quando devono assaggiare un cibo nuovo

da in Alimentazione, Bambini, Comportamento, Primo Piano, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    alimentazione

    Spesso accade che i bambini non vogliano mangiare e fanno molti capricci, prima di convincersi a mandare giù un boccone. I genitori spesso reagiscono a questi capricci con un comportamento sbagliato, che induce i piccoli a persistere nel loro atteggiamento. La soluzione sembra provenire da uno studio condotto da alcuni ricercatori presso la Reading University.

    Essi hanno scoperto che un rimedio contro i capricci dei bambini in tema di alimentazione sarebbe quello di usare delle immagini che ritraggono un determinato cibo, prima di metterlo a tavola. Il rimedio sarebbe efficace soprattutto con gli alimenti nuovi, che il bambino non ha avuto occasione di sperimentare prima. In questo modo i più piccoli avrebbero la possibilità di familiarizzare con il cibo che viene loro proposto.

    Per arrivare a questa conclusione, gli studiosi hanno messo in atto un particolare esperimento, che ha visto la partecipazione di alcuni genitori che avevano figli di circa un anno di età. Questi genitori hanno mostrato ai loro bambini per un periodo di circa due settimane delle immagini raffiguranti dei rutti e delle verdure, alcuni già conosciuti, altri nuovi.

    I piccoli, al termine di quel periodo, apparivano più invogliati ad assaggiare cibi che non avevano mai mangiato, perché erano a loro familiari grazie alle immagini che avevano avuto occasione di assaggiare.

    Un metodo valido che potrebbe essere messo in pratica anche da quelle mamme che incontrano difficoltà a superare i capricci dei loro piccoli quando si tratta di magiare qualcosa di nuovo. Una soluzione che vale la pena di testare, per vedere se funziona veramente.

    Immagine tratta da: tantasalute.it

    320

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBambiniComportamentoPrimo PianoPsicologiaRicerca Medica
    PIÙ POPOLARI