Alimentazione: chi mangia davanti alla tv può essere sottopeso

Mangiare davanti alla tv è un’abitudine che andrebbe evitata a vantaggio del benessere psicologico, ma anche fisico

da , il

    alimentazione mangia davanti tv sottopeso

    In termini di alimentazione chi mangia davanti alla tv può essere sottopeso. A giungere a questa conclusione sono stati i dati raccolti dall’Osservatorio Adi – Nestlé, che hanno confermato che l’effetto ipnotico creato dal mangiare guardando la televisione spinge a mangiare poco e male. Tutto ciò determina l’essere troppo magri.

    Tutto ciò potrebbe rientrare nell’ambito degli effetti determinati dalla televisione sulla nostra salute. È stato infatti provato che la televisione incide sull’insorgenza dei disturbi alimentari e questo dovrebbe bastare a mettere in guardia dai rischi connessi a questa abitudine da evitare. È vero che a volte la televisione spinge a mangiare di più a causa delle distrazioni che essa determina, ma a quanto pare è vero anche il contrario. Tutto dipende dalla soggettività dell’individuo. In particolare è il 27% di coloro che consumano gli alimenti davanti allo schermo televisivo ad essere troppo magro.

    Obesità e sovrappeso quindi non sono gli unici problemi creati dal mangiare guardando la tv, senza considerare che la teledipendenza può essere considerata una malattia di tutti. E i dati non sono certo confortanti. Basti pensare infatti che il 28% degli Italiani ha dichiarato di pranzare e cenare con regolarità tutti i giorni davanti al piccolo schermo. Un dato allarmante, che va contrastato in tutti i modi possibili, facendo riscoprire la volontà di considerare il pranzo o la cena come momento di interazione fra i commensali.

    Mangiare davanti alla tv incide sul nostro benessere fisico e psicologico. Una corretta educazione alimentare deve considerare tutto ciò, per inculcare le giuste abitudini fin da bambini.