Alcool e Gravidanza: conferenza

Alcool e Gravidanza: conferenza

La gravidanza e il consumo di alcolici, un problema di rilevanza europea che riguarda una buona fetta di mamme, che nonostante lo stato interessante, specie nei paesi del nord, continuano a consumare alcolici, causando la morte del feto in almeno l'1% dei casi e gravi malformazioni che il bambino poi porterà con sè per tutta la vita, una conferenza per affrontare la tragedia

da in Alcolismo, Alcool, Gravidanza, Primo Piano, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Bruxelles

    Si terrà a Bruxelles il 9 settembre prossimo la prima conferenza a livello europeo sul tema della gravidanza e dei comportamenti a rischio, in tema l’alcologia e il consumo di bevande e prodotti alcolici durante il periodo della gravidanza. A organizzare l’evento il Gruppo svedese degli European People’s Party (Christian Democrats) e gli europei democratici.

    La conferenza, che si tiene nell’ambito del progetto di formazione e di prevenzione della Eurocare ha lo scopo di prevenire e di informare in merito alle malformazioni fetali in occasione del Giorno Internazionale dedicato alle Malattie del Feto causato dalla Dipendenza Alcolica.

    Il problema dell’alcolismo durante il periodo della gravidanza riguarda circa 5 milioni di persone in unione europea, con una incidenza di circa il 1% dei casi, la causa delle malformazioni fetali risiede nel consumo di alcolici e di superalcolici in forma continua o oltre il consentito, non solo alcolisti ma anche persone che consumano alcol in generale senza abusarne.

    L’alcool durante la gravidanza infatti interferisce con lo sviluppo normale del feto anche se in dosi non troppo elevate, un fatto che non è ancora noto a tutti i cittadini europei, che scoprono di avere danneggiato gravemente lo sviluppo del feto solo in seguito alle ecografie o alle diagnosi prenatali, il problema in alcuni stati, ad esmepio in Spagna, riguarda il 25% delle donne, raddoppiando nei paesi anglosassoni, dove le donne continuano a consumare anche modicamente alcolici durante la gravidanza.

    Lo scopo dell’incontro è quello di creare una rete fra le pubbliche autorità per informare, parlare della condizione europea, condividere le esperienze e le buone prassi degli stati membro, discutere delle opportunità terapeutiche e delle soluzioni praticabili.

    La Conferenza si terrà in sede del Parlamento Europeo a Bruxelles, il 9 settembre prossimo, a partire dalle ore 9.00. I temi sviluppati riguardano problemi di sviluppo fisico, mentale e di comportamento dei bambini nati da mamme che consumavano alcolici, nonché i problemi di apprendimento e i vari livelli di disabilità che dal consumo di alcol in gravidanza dipendono.

    Interverranno studiosi del calibro del Prof. Mauro Ceccanti, Università La Sapienza di Roma e del Centro di Riferimento Alcologico; il dott.

    Siobhan Barry, Coombe Women’s Hospital di Dublino; la dott.ssa Androulla Vassiliou, commissione europea per la salute, dott.ssa Maria Larsson, ministro svedese per la salute; il dott. Kieran O’Malley che si occupa di psichiatria pediatrica presso il Belfast Trust; la dott.ssa Juliette Guillemont (INPEES – Institut national de prévention et d’éducation pour la santé) e altri. A conclusione Michel Craplet chairman di Eurocare.

    499

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlcolismoAlcoolGravidanzaPrimo PianoSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI